...

Lunedì 27 settembre, dopo la cerimonia di conferimento della laurea ad honorem dell'Università di Urbino, il ct della Nazionale di calcio campione d'Europa, è stato festeggiato con una cena di gala organizzata dall'Accademia Marchigiani dell'anno in Italia e nel Mondo e dall'Associazione Prodotti Nobili Marchigiani e Italiani. Ricavato donato alla nuova società New Baskin Jesi, per avviare l'attività del baskin, sport di squadra composta da disabili e normodotati.






...

Eleni Avdoulou è una studentessa greca che ha vinto il premio NETOIP per la miglior tesi su Epicuro con un lavoro presentato in tedesco che verte sui Papiri di Ercolano, conservati in Italia, a Napoli. Al Festival Epicureo presenterà il suo lavoro (in italiano).









...

Membro del consiglio esecutivo dell’Istituto italiano per gli Studi Filosofici presso il quale insegna e svolge attività di ricerca. si dedica alla filosofia con un occhio di riguardo ad Hegel e alla filosofia italiana dell’800 e ‘900. Ha pubblicato diversi libri come ‘’Leopardi antitaliano’’ e ‘’Filosofia e medicina’’.



...

Francesca Diano, scrittrice, studiosa delle traduzioni irlandesi e figlia d'arte, suo padre Carlo Diano, è forse il più importante studioso di Epicuro del xx secolo, torna al Festival Epicureo presentando un dialogo tra il poeta Recanatese e il filosofo Ateniese, che sarà letto dagli attori del Melograno.







...

Fanno discutere i risultati del sondaggio di Sigma Consulting promosso tra i marchigiani in base al quale il 43% dei cittadini condividerebbe almeno uno stereotipo di genere. Luoghi comuni, ormai superai dall'evoluzione dei tempi, che però sono ancora radicati nella mente di troppi. Soprattutto quando si parla di steretipi di genere.



...

Dopo la polemica, che si è scatenata in seguito all’affermazione che “Il padre detta le regole, la madre accudisce”, Luca Falcetta intervista il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Carlo Ciccioli che dichiara di aver comunicato male il suo pensiero.




...

Negli anni '70 ci si menava per una idea politica, giusta o sbagliata: neri contro rossi, rossi contro neri, pro-vietcong contro pro-berretti verdi. Due decenni dopo ci si è cominciati a picchiare sugli spalti dei campi di calcio: per la Lazio contro la Roma, per l'Inter contro il Napoli: un ideale calcistico, sicuramente meno nobile, sicuramente aggregante in un'era di scioglimenti sociali. Le ultime vicende di ragazzi che da Macerata procedono per Ancona dove sfidarsi con i coetanei del nord Marche sembrerebbero mostrare nulla se non l'uso della forza tout court. Come dire: menarsi per menarsi, nessuna spinta d'altro genere se non la violenza in sé. E pure qualcosa dovrà pur esserci. Solo il nulla?