...

Svolto ieri in tarda serata un confronto tra i segretari generali di Fai-Cisl, Flai-Cgil, Uila-Uil e il Ministro Patuanelli. Sospeso lo sciopero della categoria previsto per il 30 aprile.


...

All’indomani dall’insediamento della nuova Commissione per le Pari Opportunità, dalla quale è stata esclusa la presenza delle Organizzazioni Sindacali, fatto gravissimo che abbiamo prontamente contestato, i Consiglieri regionali Menchi, Biondi e Marinelli (Lega) hanno presentato una Proposta di legge regionale per modificare la Legge n.9/1986 istitutiva della CPO e allargarne la composizione di ulteriori 6 componenti.




...

Sono 543 mila le prestazioni pensionistiche e assistenziali attualmente erogate dall’INPS nelle Marche di cui 299 mila pensioni di vecchiaia (pari al 54,9% del totale), 32 mila pensioni di invalidità (8,9%), 116 mila pensioni ai superstiti (21,4%), 14 mila pensioni/assegni sociali (2,6%) e 83 mila prestazioni a invalidi civili (15,3%). E’ quanto emerge dai dati dell’INPS 2021 (escluse le gestioni dei lavoratori pubblici), elaborati dall’IRES CGIL Marche.


...

Lunedì 29 e martedì 30 marzo, sciopero della logistica-trasporto merci che, nelle Marche, interessa circa 13mila lavoratori, inclusi quelli delle agenzie in somministrazione che applicano il contratto di settore.


...

Le organizzazioni sindacali dei pensionati in questi giorni sono tempestati dalle telefonate dei propri iscritti che denunciano la situazione che stanno vivendo per vaccinarsi. Il ritiro delle dosi di AstraZeneca che ha portato a rivedere il piano vaccinale ha peggiorato ulteriormente la situazione che già era confusa.


...

La vaccinazione della popolazione è decisiva per vincere l’epidemia ed è un diritto di tutti e un atto di responsabilità di ciascuno ma è indispensabile che avvenga nel rigoroso rispetto del piano vaccinale nazionale e delle recenti raccomandazioni del Ministero della Salute a garanzia innanzitutto nell’ordine di priorità delle categorie di soggetti in esse definito; priorità che tengono conto dell’età e delle condizioni patologiche delle persone.





...

L’analisi del IV trimestre e quindi il conseguente dato definitivo di tutto il 2020 delle ore di Cig autorizzate nelle Marche dà un esito molto preoccupante e che risente dell’emergenza sanitaria e dei conseguenti riflessi negativi sull’economia regionale, con oltre 128 milioni di ore autorizzate nel 2020, con un forte rischio per la coesione sociale, con oltre 60 mila posti di lavoro in ballo.