counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Macerata: rissa a bottigliate fra albanesi e tunisini: sette denunce

1' di lettura
122

I poliziotti della “Volante” e della Squadra Mobile sono intervenuti intorno alle 21.30 di domenica in via Pallotta a Macerata, angolo via D. Rossi, dove era stata segnalata una rissa con il coinvolgimento di più persone.

Una volta arrivati sul posto, gli agenti hanno subito notato diverse persone in strada e a terra numerosi frammenti di vetro. Calmati gli animi e riportata la situazione alla normalità, i poliziotti constatavano che nella rissa erano rimaste coinvolte 7 persone di cui 4 di origine albanese, tutte appartenenti allo stesso nucleo familiare ancora presenti sul posto, e tre di origine tunisina subito rintracciate all’interno della loro abitazione situata nei paraggi, dove erano nel frattempo rientrate.

Tutte e sette le persone coinvolte, dopo le cure del caso prestate dal Pronto Soccorso, venivano condotte in Questura e denunciate all’Autorità Giudiziaria per il reato di rissa che, da una prima ricostruzione dell’accaduto, sembra essere scaturita per futili motivi.

I contendenti, che si sono affrontati anche con l’utilizzo di bottiglie usate come corpi contundenti, hanno tutti riportato lesioni giudicate guaribili tra 3 e 20 giorni. Durante l’episodio sono stati infranti i vetri del portone di ingresso di un condominio situato in Via Domenico Rossi. Sono in corso indagini da parte della Squadra Mobile condotte attraverso la visione di immagini registrate da telecamere presenti nella zona e l’escussione di alcuni testimoni, al fine di individuare eventuali altre persone coinvolte nella rissa che potrebbero essersi allontanate dal luogo prima dell’arrivo della “Volante”.



Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2024 alle 20:03 sul giornale del 11 giugno 2024 - 122 letture






qrcode