counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Civitanova: FIAB: "Bimbi in bici, separati dal 'Ponte che non c'è'. Gli eventi si susseguono ma le infrastrutture continuano a tardare"

4' di lettura
30

Torna il "Bimbimbici" la manifestazione promossa da FIAB, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, che organizza per il fine settimana tantissime pedalate in famiglia tra le vie di oltre 200 città in tutta Italia.

Da noi quest'anno si uniscono con la fantasia (e ce ne vuole tanta) i bimbi di Porto Sant’Elpidio con i bimbi di Civitanova Marche; tutto nel fine settimana 11 e 12 maggio.

Sabato 11 pomeriggio si pedalerà sul lungomare di Porto Sant’Elpidio con Legambiente, mentre Domenica 12 mattina il divertimento si sposta al Varco sul Mare a Civitanova Marche con Civitanova GreenLife.

Il primo giorno il tema sarà l’educazione ambientale e pedaleranno con i bambini sul lungomare, con tante soste per giocare e divertirsi, anche i biologi marini dell'evento "Spiagge e Fondali Puliti", mentre, il secondo giorno, sarà il turno dell'educazione stradale ed in cattedra salgono le agenti della Polizia Locale di Civitanova che nel consueto circuito e il support del GS Fontespina potranno dare i primi consigli su come ci si comporta in strada con la bicicletta.

Un'unione delle giovani generazioni delle due città, però, del tutto immaginaria, dato che nella realtà non si può attuare. E' un'unione di fantasia come quella di Peter Pan, che si divertiva nella sua "Isola che non c'è" e i nostri ragazzi si possono accontentare del "Ponte che non c'è".

È infatti un’occasione di festa e divertimento per bambini e ragazzi che amano usare la bicicletta e possono farlo in queste occasioni nella massima sicurezza. Ma il tema della sicurezza dei nostri ragazzi sulle strade è la riflessione che invece gli adulti sono chiamati a fare per l'occasione.

Queste due città, vicine, limitrofe, unite in tante attività produttive e culturali, sono ancora tanto lontane per ragazzi e famiglie che non possono trovarsi pedalando. Allo stato attuale transitare in bicicletta lungo la statale per muoversi da una città all'altra significa rischiare la vita. Non lo fanno i nostri ragazzi, quindi, ma non lo fanno neanche i cicloturisti che viaggiano lungo la Ciclovia Adriatica che, spesso, preferiscono saltare del tutto le nostre zone attraversandole con il treno.

Il ponte ciclopedonale sul fiume Chienti è uno degli ultimi ancora mancanti lungo la Ciclovia Adriatica e ciò che più preoccupa, è il ritardo che si sta accumulando per la realizzazione dell’opera. Proprio la prossima settimana infatti, il 15 maggio 2024, sarebbe dovuta esserci la chiusura lavori e l'inaugurazione del favoloso ponte ciclopedonale, strallato e sospeso. Secondo il cronoprogramma del progetto dovrebbe essere già tutto pronto.

Da ciò che si può leggere in “Coesione Italia” il portale dove viene monitorato lo sviluppo di tutti i progetti del “Programma di Coesione” da cui provengono le risorse stanziate per il ponte sul Chienti si è spesa una piccolissima percentuale dei 4,5 milioni di euro disponibili (https://opencoesione.gov.it/it/dati/progetti/5mtra1e6060/). Il finanziamento al 31 dicembre 2025 arriva a scadenza e, se l'opera non è realizzata, si perdono i fondi.

Allora, al di fuori dei sogni e delle fantasie di Peter Pan e dei "bambini sperduti" contro la Ciurma di Pirati e Bucanieri, bisogna capire come stanno davvero le cose.

Sono trascorsi ormai due mesi da quando Assessori e Consiglieri regionali si recarono proprio sul Chienti per avvisare gli amministratori di Civitanova Marche e Porto Sant'Elpidio che avevano revocato l'incarico alla ditta che si rifiutava di avviare i lavori; stranamente entusiasti nel dare una tale notizia. Ma da allora non si hanno più novità.

Siamo ancora senza impresa? I lavori quando partiranno?

La speranza di FIAB, allora, è che come magicamente la nave pirata apparve, volante, ai bambini sperduti, anche la bella notizia dell'avvio dei lavori con una nuova impresa, appaia tra sabato e domenica ai genitori che accompagneranno i propri ragazzi al Bimbimbici.

La FIAB è al fianco dei due Comuni di Porto Sant’Elpidio e Civitanova Marche per far si che ogni iniziativa e attività venga supportata nel migliore dei modi laddove l’obiettivo sia la realizzazione di opere come il Ponte ciclopedonale sul Chienti che migliorano la mobilità ciclabile sul territorio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-05-2024 alle 21:47 sul giornale del 11 maggio 2024 - 30 letture