counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
comunicato stampa

Ancona: Capi d'abbigliamento contraffatti e carte da gioco "taroccate": scatta il sequestro della GDF tra le bancarelle della Fiera

3' di lettura
72

In occasione della tradizionale fiera di San Ciriaco organizzata per le vie del centro di Ancona, il locale Comando Provinciale della Guardia di Finanza ha disposto un’intensificazione delle attività di controllo a tutela dei cittadini e dell’economia legale, nell’ambito dei previsti piani d’intervento finalizzati al contrasto della contraffazione, alla sicurezza prodotti, alla tutela del “made in Italy” e del diritto d’autore.

Durante le attività, i finanzieri del Nucleo PEF e del Gruppo di Ancona hanno svolto specifici controlli sulla regolarità della merce in vendita presso gli stand, oltre che sul previsto rilascio dello scontrino fiscale.

Durante le specifiche attività a tutela dei diritti d’autore, del know-how, dei brevetti, dei marchi e di altri diritti di privativa industriale sono stati individuati diversi prodotti tra abbigliamento e carte da collezione contraffatti, perfette imitazioni di noti brand internazionali, in grado di ingannare anche i più esperti consumatori, esposti e venduti a prezzi sorprendentemente bassi allo scopo di attirare l’attenzione dei passanti.

Nello specifico i militari del Gruppo di Ancona, in uno degli stand presenti nella fiera, hanno individuato 240 capi di abbigliamento abilmente contraffatti, tra cui t-shirt, felpe e maglioncini di noti marchi (EA7 Emporio Armani, Trussardi, Pinko, Calvin Klein, Liu Jo e Peuterey).

Successivamente il controllo è stato esteso dallo stand alla sede dell’attività commerciale sita in Ancona. In un distinto intervento, militari del Nucleo PEF hanno individuato, esposte per la vendita su un banco di un cittadino di nazionalità straniera, confezioni di carte da gioco da collezione del noto brand giapponese “POKEMON”, prive di idonea documentazione utile a ricostruirne la tracciabilità e provenienza.

All’esito degli accertamenti effettuati, è stata accertata la presenza di n. 385 carte da gioco contraffatte con relative confezioni false, in violazione del marchio tutelato da registrazioni europee (EUIPO) della società giapponese NINTENDO Co. LTD, vendute a prezzi molto più bassi rispetto alle originali, inquinando il mercato regolare che conta numerosissimi appassionati.

I capi di abbigliamento e le carte da collezione contraffatti, privi della idonea documentazione utile a ricostruirne la tracciabilità e provenienza lecita, sono stati quindi sottoposti a sequestro ed i rispettivi responsabili sono stati deferiti alla locale Procura della Repubblica per i reati di introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi, fabbricazione e commercio di beni realizzati usurpando titoli di proprietà industriale (art. 474 c.p.) e ricettazione (art. 648 c.p.).

Si rappresenta che, per il principio di presunzione di innocenza, la colpevolezza delle persone sottoposte ad indagine in relazione alle vicende esposte saranno definitivamente accertate solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna.

Anche in queste giornate di festa la Guardia di Finanza conferma il suo impegno a contrasto della contraffazione e del commercio di prodotti non genuini e insicuri che danneggiano il mercato, sottraendo opportunità e lavoro alle imprese che rispettano le regole e danneggiano gli stessi ignari cittadini, consumatori dei beni contraffatti.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2024 alle 15:48 sul giornale del 09 maggio 2024 - 72 letture






qrcode