counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Fano: Lisippo, respinto il ricorso del Getty Museum: un ulteriore passo verso il ritorno della statua

2' di lettura
352

La Corte di Strasburgo ha respinto all’unanimità il ricorso del Getty Museum di Malibu. Si tratta di un importante stop alle pretese avanzate dal museo statunitense, che si vorrebbe opporre alla richiesta del governo italiano di confiscare e restituire l’Atleta vittorioso, più comunemente definita ‘statua del Lisippo’ perché attribuita allo scultore in questione.

“È una buona notizia”, ha commentato il ministro della cultura Gennaro Sangiuliano, spiegando di essersi occupato personalmente di questo contenzioso. “Abbiamo lavorato in maniera serrata”, ha detto.

Pronta la reazione della lista Bene Comune, parte integrante della coalizione dei Progressisti per Fano 2050 a sostegno della candidatura a sindaco di Stefano Marchegiani. “Si tratta di una decisione importante – hanno commentato – che speriamo conduca presto a una soluzione giusta e definitiva dell’annosa vicenda, restituendo questo capolavoro alla legittima proprietà italiana”.

Sulla scia dell’operato dell’indimenticato professor Alberto Berardi, gli esponenti di Bene Comune auspicano che “il ritorno a Fano dell'atleta avvenga nel contesto di una più ampia valorizzazione della romanità della città di Fano e del territorio metaurense, attraverso l'impegno della prossima amministrazione comunale che dovrà attivarsi con energie e finanziamenti adeguati affinché tutto il patrimonio archeologico e culturale afferente alle sue origini romane sia una salda dichiarazione di appartenenza. In tale contesto sarà possibile valorizzare questa statua come testimonial di cultura e bellezza di tutto il nostro territorio”.

Sulla scia dell’operato dell’indimenticato professor Alberto Berardi, gli esponenti di Bene Comune auspicano che “il ritorno a Fano dell'atleta avvenga nel contesto di una più ampia valorizzazione della romanità della città di Fano e del territorio metaurense, attraverso l'impegno della prossima amministrazione comunale che dovrà attivarsi con energie e finanziamenti adeguati affinché tutto il patrimonio archeologico e culturale afferente alle sue origini romane sia una salda dichiarazione di appartenenza. In tale contesto sarà possibile valorizzare questa statua come testimonial di cultura e bellezza di tutto il nostro territorio”.

Foto di archivio e di Paolo Lombardi.





Questo è un articolo pubblicato il 02-05-2024 alle 15:59 sul giornale del 03 maggio 2024 - 352 letture






qrcode