counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Civitanova: Incendio al portone di un B&B a Santa Maria Apparente, denunciata una donna. Il motivo del gesto

1' di lettura
134

Incendio al portone di una casa vacanze a Santa Maria Apparente, denunciata una donna del Fermano.

Aveva accompagnato un amico dagli spacciatori, ma erano stati truffati e non avevano ricevuto la droga pattuita. Come reazione era tornata con una tanica di benzina e aveva appiccato un incendio. È quanto ricostruito dalla polizia del commissariato di Civitanova che ha denunciato a piede libero la giovane per danneggiamento e incendio.

Il rogo era scoppiato all’esterno di una struttura ricettiva di Civitanova, dove ignoti, nella notte del 12 aprile scorso, avevano dato fuoco al prato sintetico e in parte al portone d’ingresso. Immediate sono scattate le indagini degli uomini della polizia di Stato che, con l'ausilio del sistema di videosorveglianza comunale, hanno ricostruito i fatti. La responsabile del gesto è stata individuata: si tratta di una giovane, residente nel Fermano e incensurata, che, sentita dagli investigatori, ha ammesso le sue responsabilità.

La ragazza, infatti, si sarebbe recata presso il B&B, dove alloggiavano due pregiudicati per reati inerenti gli stupefacenti, al fine di accompagnare un amico ad acquistare droga. L'affare era, però, sfumato rivelandosi una truffa, così la giovane avrebbe insistito per avere la restituzione del denaro già anticipato per la compravendita. Al rifiuto della controparte si sarebbe allontanata per poi tornare con una tanica di benzina che avrebbe versato sul prato e sul portone della palazzina, dando poi innesco con un accendino. Il piccolo incendio era stato immediatamente spento dai condomini.

L'autrice del gesto è stata denunciata mentre gli inquirenti stanno svolgendo ulteriori approfondimenti sulle altre persone coinvolte nella vicenda.



Questo è un articolo pubblicato il 30-04-2024 alle 12:56 sul giornale del 02 maggio 2024 - 134 letture






qrcode