counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ancona: Endometriosi, Magazzini Gabrielli dona un kit di isteroscopia ambulatoriale al Salesi

3' di lettura
180

Il Dipartimento Materno Infantile dell’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche si dota di strumenti isteroscopici di ultima generazione, grazie alla generosa donazione di Magazzini Gabrielli, storico sostenitore della Fondazione Ospedale Salesi Onlus.

Magazzini Gabrielli ha infatti donato 29mila euro, cifra che ha consentito l’acquisto di un sistema di Isteroscopia operativa ambulatoriale miniaturizzata – Sistema Betocchi. La strumentazione permette in regime ambulatoriale di svolgere attività diagnostiche ma soprattutto interventi operativi in ambito ginecologico che, diversamente, dovrebbero essere condotti in sedazione all’interno di una sala operatoria.

“Siamo felici – ha dichiarato Barbara Gabrielli, Responsabile della Comunicazione di Magazzini Gabrielli SPA – che la collaborazione con la Fondazione Salesi ci permetta, anche in questo caso, di contribuire alla realizzazione di obiettivi importanti. Nel recente passato, siamo intervenuti a sostegno di un progetto dedicato ai pazienti, tra zero a sei anni, affetti da Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA). Questa volta, il nostro contributo va per l’acquisto di un’importante strumentazione diagnostica e d’intervento per la Clinica di Ostetricia e Ginecologia del Salesi, a favore del benessere femminile. La metodica in questione permetterà di semplificare e rendere maggiormente confortevole l’esame diagnostico e operativo a tutte le donne, soprattutto alle giovani donne in fase di sviluppo e in età fertile: si tratta, quindi, di un notevole miglioramento dell’offerta sanitaria nelle Marche, che si traduce in un complessivo innalzamento della qualità della vita nei nostri territori”.

L'isteroscopia operativa miniaturizzata o mini resettoscopia ambulatoriale rientra tra gli esami endoscopici che non necessitano di anestesia e consente di indagare in modo approfondito all’interno della cavità uterina attraverso un sistema ottico del diametro di pochi millimetri (2mm). Una metodica che rendendo meno invasiva la procedura permette un esame più confortevole per le donne e soprattutto di associare al tempo diagnostico un'azione chirurgica operativa.

Gli strumenti isteroscopici consentono “l’esecuzione di interventi per la correzione di malformazioni nella zona uterina e la rimozione di polipi e fibromi, senza traumatizzare il collo dell’utero” spiega il Professor Andrea Ciavattini, Direttore SOD Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche -. Essendo strumenti molto sottili permettono di trattare l’utero senza danneggiarne la funzionalità, ma anzi migliorandola”. Il Professor Ciavattini precisa che gli strumenti di mini isteroscopia possono essere utilizzati sia sulle donne adulte, anche in menopausa, sia sulle giovani donne “garantendo l’integrità degli organi attraversati, consentendo infatti, di trattare il canale cervicale con un’azione contenitiva in vista di gravidanze future”, conclude il primario.

La Fondazione Ospedale Salesi Onlus, rappresentata dalla Presidente Cinzia Cocco e della direttrice Laura Mazzanti, esprime “una gratitudine particolare per la sensibilità mostrata da Magazzini Gabrielli nei confronti del Dipartimento Materno Infantile dell’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche”. “Una realtà importante del nostro territorio, quella dei Magazzini Gabrielli – evidenzia la Fondazione – che da anni è al nostro fianco e ci supporta nel garantire una sempre maggiore qualità delle cure erogate ai pazienti”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2024 alle 15:42 sul giornale del 02 maggio 2024 - 180 letture






qrcode