counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
articolo

Fano: Inaugurata la sede di ‘Fano Cambia Passo’. Serfilippi: “Non temo accordi tra Fanesi e Marchegiani"

2' di lettura
160

“Sono orgoglioso di questa lista, composta da giovani e meno giovani, con esperienza e non. Noi siamo la vera componente civica di queste elezioni. Noi siamo la lista del popolo”. Ha arringato così, il candidato a sindaco della coalizione di centrodestra ‘Per Fano’ Luca Serfilippi, i presenti all’inaugurazione della lista civica nata per sostenere la sua candidatura. Si chiama ‘Fano Cambia Passo’, e da sabato ha una sua sede all’angolo tra Corso Matteotti e via Ceccarini.

“Noi siamo il cambiamento, mentre dall’altra parte ci sono due facce della stessa medaglia”, ha proseguito Serfilippi, argomentando la sua tesi con quanto avvenuto nella notte precedente. “Alle 3 il consiglio comunale ha approvato il nuovo Prg – ha spiegato -, grazie al candidato a sindaco dei Progressisti Stefano Marchegiani che ha permesso che vi fosse il numero legale”. Serfilippi ha poi definito “una scorrettezza istituzionale approvare un documento così importante a dieci giorni dalla scadenza del consiglio, un piano regolatore che a tempo debito saremo pronti a revisionare”.

Tornando alla sede ha poi dichiarato che sarà a disposizione dei candidati al consiglio comunale, che la lista è quasi terminata e che verrà presentata nei prossimi giorni. L’elenco provvisorio è già stato aggiornato rispetto alla presentazione dei soci fondatori di qualche settimana fa, e comprende Francesca Aranini, Federico Arceci, Marco Bavosi, Daniele Bindella, Luciano Cecchini, Alessandro Ceccopieri, Letizia Conter, Giuseppe Costa, Alessio Curzi, Matteo Delvecchio, Marco Ferri, Maria Teresa Guiducci, Benedetta Liberatore, Giorgia Marcelli, Giulia Omiccioli, Massimo Pierelli, Luigi Scopelliti, Giorgia Sperandini, Federico Valentini, Stefano Zannini.

Da parte di Serfilippi le aspettative sono alte. “Mi aspetto un risultato molto importante per la vittoria”, ha detto, precisando che i temi principali saranno il sociale – nell’intento di coinvolgere tutti gli enti che si occupano di servizi alla persona – e lo sviluppo della città, “passando dalla città delle ‘ex aree’ a nuove scelte condivise”. Poi l’annuncio: “Istituiremo i consigli di quartiere nei primi cento giorni. Il centrosinistra sta puntando molto su questo, ma avrebbe potuto farlo anche prima”. In chiusura il candidato a sindaco ha invitato a non dare per scontata la vittoria, ma sempre ostentando una certa sicurezza. “Per quanto mi riguarda Fanesi e Marchegiani possono anche fare un accordo politico dell'ultimo minuto. Io – ha concluso - non temo nessuno”.





Questo è un articolo pubblicato il 20-04-2024 alle 19:11 sul giornale del 22 aprile 2024 - 160 letture






qrcode