counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

A 118 anni dalla nascita Senigallia celebra il suo campione Renato Cesarini e suo "figlio" Omar Sivori

1' di lettura
158

Buon compleanno Renato! A Castellaro, vicino a Montignano l'11 aprile 1906 nacque Renato Cesarini. Pochi mesi dopo suoi genitori emigrarono in Argentina portandolo con se. Poco più di 20 anni dopo Renato tornò in Italia per vincere cinque scudetti consecutivi con la Juventus.

Davanti ad un Teatro La Fenice gremito Luca Pagliari ha raccontato tre storie intrecciate tra loro e con un unico protagonista, Renato Cesarini.

La prima storia è l'epopea di un campione senza eguali, che da acrobata di strada diventa un maestro del calcio: Renato Cesarini. La seconda storia è l'incontro di un altro giovanissimo campione in erba, che, grazie all'incontro con Renato Cesarini diventerà uno dei calciatori più amati di sempre, in Italia, in Argentina e nel mondo: Omar Sivori e dell'amicizia che legherà i due campioni per tutta la vita, tanto che Omar considererà Renato come un padre.
La terza storia vede come protagonista lo stesso Pagliari e narra il suo incontro con Omar Sivori, l'invito a Senigallia per festeggiare i 100 anni dalla nascita di Renato Cesarini, celebrazione anticipata di due anni, nell'estate del 2004.

Le parole e le emozioni di Luca Pagliari accompagnano il pubblico in un clima intimo, quasi confidenziale e lo rende partecipe e custode di una memoria cittadina che ci rende orgogliosi e che deve essere preservata.

L'eredità che Renato Cesarini lascia non solo alla sua Senigallia, che lo ha visto nascere e partire, ma a tutto il mondo è un vero e proprio neologismo. La sua “Zona Cesarini” è un invito a non lasciare nulla di intentato fino all'ultimo secondo, perché di rimpianto si muore.





Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2024 alle 07:22 sul giornale del 13 aprile 2024 - 158 letture






qrcode