counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
articolo

Pesaro: La Vuelle sbanca Sassari e tiene viva la salvezza, Sacchetti: "L'avevamo già dimostrato di avere qualcosa di più"

2' di lettura
378

In una sfida vibrante al PalaSerradimigni per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie A1, la Vuelle trionfa contro Sassari con il punteggio di 96-91. In una partita cruciale per entrambi i team, Sassari mirava a colmare la distanza di soli due punti dai playoff, mentre Pesaro cercava di distanziarsi dalla zona retrocessione dopo un inizio di stagione turbolento.

Nonostante un avvio promettente che ha visto Sassari guadagnare un margine di +9, la Vuelle non ha tardato a reagire. Sotto la guida di Mazzola, i biancorossi hanno orchestrato una rimonta memorabile, raggiungendo il pareggio a 23 punti. Il primo quarto si è concluso con una spettacolare tripla di Tambone al suono della sirena, portando il punteggio a 26-28 in favore della Vuelle. Nel corso del secondo quarto, Pesaro ha mantenuto l'inerzia positiva, mentre Sassari ha mostrato segni di incertezza, terminando il primo tempo sul 46-50.

Al ritorno dall'intervallo, Sassari ha trovato nuova energia, riuscendo a superare la Carpegna Prosciutto grazie a un Tyree in grande spolvero. Tuttavia, nonostante un momentaneo vantaggio, Sassari ha visto Pesaro pareggiare e poi sorpassare, portando il punteggio a 63-63. Gli ultimi minuti hanno visto un susseguirsi di colpi di scena, con Pesaro che ha guadagnato un leggero vantaggio a pochi istanti dal termine. Nonostante la pressione, Sassari non è riuscita a recuperare, e Bluiett ha sigillato la vittoria per Pesaro con un decisivo 91-96.

Questo successo rappresenta una pietra miliare per Pesaro, segnando la prima vittoria nella storia del campionato sul campo di Sassari.

A fine match coach Sacchetti commenta: “L'avevamo già dimostrato di avere qualcosa di più. Logico che giocarla qua e vincere non è stato facile, però almeno ce la giochiamo fino in fondo, mancano ancora tante partite, l'importante è che abbiamo questo spirito, se poi le vinciamo è un conto, se non le vinciamo è un altro”



Questo è un articolo pubblicato il 07-04-2024 alle 22:39 sul giornale del 08 aprile 2024 - 378 letture






qrcode