counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Macerata: In casa 46 chili e mezzo di droga e una pistola: due arresti a Macerata

2' di lettura
188

Due persone sono finite in manette a seguito di una operazione antidroga condotta dai carabinieri del Reparto Operativo del Comando provinciale di Macerata.

Tutto è partito dal controllo stradale a cui è stato sottoposto un 24enne, di origini siciliane, ma residente a Fabriano e con precedenti specifici in materia di spaccio. Perquisito a bordo della propria autovettura, è stato trovato in possesso di 150 grammi di hashish, appena acquistati da un ventiduenne maceratese.

Immediata è scattata, quindi, la perquisizione all’interno dell’abitazione, in corso Cairoli, dove il 22enne - anch’egli già noto alle forze dell’ordine - risiede. In casa i militari hanno rinvenuto un consistente quantitativo di sostanze stupefacenti, mai sequestrato negli ultimi anni in queste quantità.

Si tratta, nello specifico, di 46 chilogrammi di hashish suddivisi in panetti, di 411 grammi di marijuana suddivisi in quattro involucri di plastica e di 10 grammi di cocaina purissima contenuta in un involucro di plastica. Oltre agli stupefacenti, sono stati trovati anche 1620 euro in contanti, ritenuti il provento dell’attività di spaccio, a cui si aggiungono tre bilancini elettronici di precisione perfettamente funzionanti e quattro telefoni cellulari con sim attive. Le sostanze sequestrate, una volta immesse sul mercato maceratese, avrebbero fruttato ingenti guadagni per somme non inferiori a circa mezzo milione di euro.

Nel corso della perquisizione domiciliare, inoltre, è stata sequestrata una pistola Beretta, modello 35, calibro 7,65, pronta all’uso, con 23 cartucce, abusivamente detenuta. Tutto il materiale rinvenuto è stato posto a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il 22enne è stato associato presso la casa circondariale di Montacuto, a disposizione dell'autorità giudiziaria, mentre il 24enne fabrianese, trattenuto nelle camere di sicurezza del comando provinciale, è stato giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna. Ulteriori approfondimenti saranno svolti dai carabinieri del reparto operativo per ricostruire la fitta rete dei contatti dell’arrestato e per delineare gli ambiti entro i quali avveniva lo spaccio, i canali di rifornimento ed il giro della clientela.



Questo è un articolo pubblicato il 03-04-2024 alle 16:25 sul giornale del 04 aprile 2024 - 188 letture






qrcode