counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Jesi: Sorpreso a spacciare, arrestato 23enne

2' di lettura
338

Nel pomeriggio di martedì, nel corso di un’operazione antidroga, personale della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato di Jesi, insieme alle unità cinofile antidroga di Ancona, ha tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione e cessione di stupefacente, un cittadino albanese, 23enne senza fissa dimora.

Intorno alle ore 17.00, personale di polizia giudiziaria, individuava un’autovettura sospetta , segnalata già nei giorni pregressi quale veicolo utilizzato da individui di nazionalità albanese per muoversi nel territorio ai fini dello spaccio di stupefacenti. Gli Agenti, decidevano di non fermare subito il mezzo , per monitorarne gli spostamenti. Dopo una serie di manovre incomprensibili e giri in città, verosimilmente per depistare le forze di Polizia, l’auto in questione arrestava la sua marcia. Dall’abitacolo scendeva un uomo che si rivolgeva nella parte retrostante di un esercizio commerciale, ove sorgeva un campo di terreno incolto e prelevava qualcosa da terra. Poi, l’uomo si metteva nuovamente in auto , percorrendo alcune strade, cambiando corsie fino in via Paladini. Qui, scendeva dall’autovettura e s’incontrava con un soggetto al quale cedeva repentinamente qualcosa in mano. In quel frangente il personale della squadra di polizia giudiziaria usciva allo scoperto, bloccando i due soggetti.

A seguito di perquisizione, veniva anzitutto trovata una dose di cocaina del peso di grammi 0,5 addosso al soggetto che si dichiarava assuntore, un cittadino jesino 41enne. Quanto allo spacciatore, veniva compiutamente identificato procedendo a perquisizione personale estesa all’autovettura in uso, presa a noleggio. L’atto dava un responso positivo in quanto occultata all’interno di un pacchetto di sigarette posto nel vano dello sportello, gli agenti rinvenivano un involucro in plastica contenente sostanza stupefacente del tipo cocaina, come confermato da narcotest. L’uomo, veniva tratto in arresto per detenzione e cessione di stupefacente. Il PM di turno, non dovendo disporre misure cautelari, considerato che il giovane è incensurato, trasmetteva decreto di liberazione.



Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2024 alle 11:09 sul giornale del 28 marzo 2024 - 338 letture






qrcode