counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Disabilità gravissima e vita indipendente, contributi per oltre 11 milioni

2' di lettura
134

Più risorse per le persone con disabilità nelle Marche. Oltre 11 milioni di euro di contributo sono destinati alle persone con disabilità gravissima e 500 mila euro ai progetti per la vita indipendente.

Per l’annualità in corso le risorse del Fondo nazionale per le non autosufficienze 2022-2024 annualità 2023 programmate con DGR n.1496/2023 ammontano a 24.779.000 euro.

I contributi, pari a 11.209.500,00 euro, sono in crescita di + 200 milioni rispetto al 2023, e sempre per le persone con disabilità gravissima sono previsti ulteriori 3 milioni derivanti dal Fondo POC 2014/2020. Per quanto riguarda il contributo relativo ai progetti di vita indipendente le risorse ammontano a 400 euro e a queste si aggiunge un cofinanziamento regionale di 100mila euro che porta le risorse complessivamente a 500 mila euro.

"Lavoriamo per sostenere i diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie - spiega il Vice Presidente della Giunta e Assessore alla Sanità della Regione Marche Filippo Saltamartini -. La nostra azione politica punta a favorire inclusione e una prospettiva di vita futura il più possibile autonoma, per contrastare il rischio di isolamento e di marginalizzazione sociale".

I fondi vengono erogati dagli Ambiti Territoriali Sociali che procedono a trasferirli ai beneficiari. Nel 2022 le persone con disabilità gravissima che hanno beneficiato delle risorse sono state 4089, un numero in costante crescita negli ultimi anni: nel 2021 erano 3873, nel 2019 erano 3231.
Per quanto concerne gli interventi relativi ai progetti di Vita indipendente, le risorse serviranno a finanziare progetti personalizzati che possono spaziare dall’assunzione di Assistenti personali alla sperimentazione di forme dell’abitare in autonomia (housing e cohousing sociale), dagli interventi di inclusione sociale e relazionale (attività sportive, culturali, relazionali, di orientamento al lavoro, ecc…) al trasporto sociale, fino alla domotica (sicurezza personale e dell’ambiente, connettività sociale). Nell’ultima annualità, sono state coinvolte nei progetti di vita indipendente 73 persone con disabilità di cui il 53,42% maschi e il 46,58% femmine.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2024 alle 15:36 sul giornale del 28 marzo 2024 - 134 letture






qrcode