counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Nuove norme impianti fotovoltaici, Cesetti: “Accolte nostre proposte per tutelare paesaggio e beni culturali"

2' di lettura
28

“Finalmente le Province marchigiane, davanti alle crescenti richieste di autorizzazione per l’installazione di impianti fotovoltaici da parte di società private, potranno agire secondo criteri e linee guida chiari, affinché il territorio, il paesaggio e i beni culturali marchigiani siano salvaguardati da devastazioni o vere e proprie speculazioni".

"Per questo motivo, in attesa di un urgente e definitivo intervento legislativo del governo nazionale, ritengo molto positivo che l’Assemblea legislativa delle Marche abbia approvato la proposta di legge riguardante le norme transitorie in materia di realizzazione di impianti fotovoltaici in attuazione del terzo comma dell'articolo 117 della Costituzione, che quanto meno dota il nostro sistema delle autonomie locali di alcuni strumenti di autotutela”. Così il consigliere regionale del Partito Democratico Fabrizio Cesetti commenta l’approvazione da parte dell’Assemblea legislativa delle Marche della legge sulle “Norme transitorie in materia di realizzazione di impianti fotovoltaici in attuazione del terzo comma dell’articolo 117 della Costituzione”.

“Una legge – spiega Cesetti, il quale della legge è stato relatore di minoranza – che recepisce sostanzialmente tutti i contenuti del testo da me presentato oltre un anno fa insieme ai consiglieri del Partito Democratico e che stabilisce quali siti saranno idonei o non idonei all’installazione di impianti fotovoltaici, prediligendo aree a destinazione industriale e artigianale, incluse quelle dismesse, terreni agricoli abbandonati o incolti che non siano stati destinati a uso produttivo da almeno cinque annate agrarie, le superfici di tutte le strutture edificate, compresi capannoni industriali e parcheggi secondo soluzioni progettuali volte ad assicurarne la funzionalità, le discariche o lotti di discarica chiusi e ripristinati, le miniere, le cave o lotti di cave non suscettibili di ulteriore sfruttamento, nonché i siti dove sono già presenti impianti della stessa tipologia e in cui vengono realizzati interventi di modifica che non aumentano l’area perimetrale dell'impianto”.

“Con l’approvazione di questo testo - conclude il capogruppo Maurizio Mangialardi - scriviamo una pagina importante per le Marche e diamo anche un indirizzo al suo futuro e alle tante persone, spesso giovani, che sognano un rilancio della nostra regione fondato sullo sviluppo sostenibile, la difesa dell’ambiente, il turismo responsabile, la valorizzazione degli ecosistemi agro-alimentari, e che spesso sono i primi a investire nella creazione di imprese che poi si traducono in benessere diffuso e occupazione di qualità”.



Da Fabrizio Cesetti - Consigliere regionale del Partito Democratico
Maurizio Mangialardi - Capogruppo regionale del Partito Democratico


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-03-2024 alle 17:37 sul giornale del 20 marzo 2024 - 28 letture






qrcode