counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Jesi: tafferugli per Jesina - Civitanovese, daspo per un tifoso ospite

2' di lettura
80

polizia

E' arrivato martedì mattina il decimo DASPO emesso dal Questore di Ancona per l'incontro Jesina Calcio e Civitanovese Calcio dello scorso dicembre.

Il provvedimento, emesso nei confronti di un tifoso della Civitanovese, classe 19774, cui per due anni sarà vietato l'accesso, a partire dalle due ore precedenti l'inizio delle manifestazioni sportive e fino a due ore dopo la conclusione delle stesse, ai luoghi dove si svolgono incontri di calcio relativi a campionati professionistici e dilettantistici.

Gli scontri da cui avevano avuto origine i primi nove provvedimenti erano iniziati durante la partita, in particolare durante le fasi di afflusso delle tifoserie, quando, un gruppo di sostenitori ospiti, dopo essere scesi dalle rispettive auto, si erano compattati nei pressi di una strada presente nelle immediate vicinanze dello stadio e, anziché dirigersi verso l'ingresso a loro riservato, si sono avviati nell'opposta direzione. Lo scopo del gruppo di tifosi era quello di ingaggiare uno scontro all'altezza della curva della tifoseria locale ed, effettivamente, le due tifoserie sono venute in contatto fra loro.

In quegli istanti il gruppo dei tifosi ospiti aveva il viso nascosto da sciarpe, cappucci e passamontagna e, muniti di bastoni e cinture dei pantaloni, hanno tentato di aggredire i tifosi locali. L'azione violenta è stata interrotta prontamente dai poliziotti dispiegati nella zona in base al dispositivo di ordine pubblico voluto dal Questore Capocasa in occasione della partita. Anche al termine dello scontro i tifosi ospiti hanno continuato ad inveire nei confronti dei tifosi locali, colpendo con veemenza il cancello divisorio tra le due zone, oer trovare nuovamente uno scontro. “Non si ferma l’impegno della Polizia di Stato affinché, nell’interesse dell’intera comunità, le manifestazioni sportive si svolgano nel rispetto della legge e assicurando momenti ludici di intrattenimento senza problematiche di sicurezza e/o ordine pubblico” -ha commento il questore Capocasa.



polizia

Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2024 alle 15:24 sul giornale del 20 marzo 2024 - 80 letture






qrcode