counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CULTURA
comunicato stampa

Senigallia: nasce "Officina", il nuovo spazio cretivo della biblioteca speciale

2' di lettura
82

Giocare, scoprire, imparare e condividere. Tutto questo avverrà dentro “Officina”, il nuovo spazio creativo della Biblioteca Speciale di Senigallia della Fondazione Arca Ets (ente di terzo settore) inaugurato lunedì 11 marzo.

Il taglio del nastro è stato preceduto dal saluto del Presidente Dino Latini, in collegamento video, che ha definito l’inclusività “un concetto né scontato né banale, anzi una necessità sempre più urgente per una società moderna e rispettosa”. “Una società inclusiva – ha aggiunto - è infatti una società migliore perché formata da individui che rispettano sia i bisogni, sia le diversità, e che accettano tutto ciò che è nuovo e diverso”.

L’ambiente di cinquanta metri quadri, a fianco della Biblioteca speciale (via Maierini), è stato progettato secondo criteri di accessibilità universale e al suo interno si svolgeranno attività per stimolare le autonomie, in particolare quelle della quotidianità, seguendo i principi “Universal design in education”. “Officina” è aperta a tutti, coinvolgendo in particolare ragazzi e ragazze (0-23 anni) con disturbi dello spettro autistico e disabilità intellettive. L’inaugurazione si è svolta al termine di una giornata di studio dedicata al tema dell’accessibilità, con un forum di esperti avviato dall’intervento dell’architetto Fabio Fornasari, responsabile scientifico del Museo Tolomeo di Bologna, e concluso dall’Architetto Andrea Castelli, progettista della nuova struttura.

Il progetto è stato realizzato grazie a fondi del Pnrr, intervento “Rimozione delle barriere fisiche e cognitive in musei e luoghi della cultura privati”, con il contributo della Regione Marche, il patrocinio del Consiglio regionale, in collaborazione con l’Ambito territoriale sociale 8, il Comune di Senigallia, la Biblioteca Antonelliana e l’Associazione Le Rondini. Fondazione Arca è nata nel 2012 con l’obiettivo di creare opportunità di tempo libero, svago, ma anche di diffondere buone pratiche di inserimento lavorativo. Il prossimo passo sarà quello di costruire, insieme ai cittadini, alle associazioni e alle istituzioni, un calendario e un percorso di piena fruizione della nuova “Officina”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2024 alle 15:41 sul giornale del 13 marzo 2024 - 82 letture






qrcode