counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fano: Arzilla, entro l'estate risistemato l'accesso sotto il ponte. Biancani: "Tratto pericoloso, la Regione rispetti i tempi"

2' di lettura
70

In risposta ad un’interrogazione urgente del Vicepresidente del Consiglio regionale Andrea Biancani, la Regione ha annunciato che entro la prossima estate sarà sistemato il manto stradale dell’accesso alle spiagge da via del moletto, che supera l’argine e passa sotto il ponte dell’Arzilla.

“Il consigliere del Comune di Fano Enrico Fumante - ha spiegato Biancani - mi ha riportato le numerose segnalazioni, di cittadini e operatori, sulla pericolosità della strada di discesa verso il mare, dopo che la Regione ha eseguito i lavori di rinforzo dell’argine. Per questo ho presentato un'interrogazione urgente con la quale, pur riconoscendo il merito di aver alzato e rinforzato gli argini del torrente Arzilla, riducendo il rischio idraulico, segnalavo che andava garantito anche l’accesso in sicurezza a chi utilizza il passaggio che, superando l’argine, porta sotto il ponte della ferrovia, dove, a causa dei lavori e dei materiali utilizzati, è diventato frequente scivolare e cadere”.

“Gli argini, infatti, sono stati rialzati e rinforzati con terra armata, ma gli ultimi centimetri sono in terra battuta. Con il maltempo, sulla strada che supera l’argine è cominciato il naturale dislavamento dei materiali e si sono formate varie buche, in particolare nei punti di maggior passaggio di pedoni, mezzi e bici. Questo ha reso la strada molto più pericolosa di un tempo e provocato la caduta di numerosi frequentatori e operatori delle spiagge”.

“La Regione mi ha assicurato che il problema sarà risolto con la sistemazione del manto stradale di quell’accesso, impegnandosi ad eseguire i lavori entro l’inizio dell’estate. Per ragioni di sicurezza, quel tratto rimarrà chiuso al traffico dei veicoli, ad eccezione dei mezzi autorizzati, ma sarà consentito l’accesso pedonale”.

“Spero che i lavori siano eseguiti con materiali in grado di resistere alle intemperie rispetto alla terra utilizzata finora – si augura Fumante -; che nel complesso sia migliorata anche l’estatica dell’accesso ad un’area che ospita diversi stabilimenti, spiagge libere e per i cani, frequentata quindi da centinaia di persone ogni giorno, e che i lavori partano quanto prima”.

“Le tempistiche dell’intervento saranno molto importanti – conclude Biancani – mi auguro che la Regione rispetti l’impegno di concludere tutto prima dell’inizio della stagione estiva, visto che quello è l’unico accesso a quel tratto di spiaggia. Solo da lì possono passare i mezzi per pulire le spiagge, per sistemare, attrezzare e rifornire gli stabilimenti, e soprattutto per i soccorsi. Iniziare la stagione con una strada dissestata rischia di aumentare gli incidenti e gli infortuni tra le centinaia di cittadini e turisti che vorranno frequentare le spiagge, e renderà la vita molto più difficile sia agli operatori che ai soccorritori in caso di emergenza”.

Immagine di repertorio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2024 alle 08:37 sul giornale del 12 marzo 2024 - 70 letture






qrcode