counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Fermo: Fermo: il taglio del nastro di Tipicità 2024, dalle Marche al mondo. Ospite d’onore il Giappone

3' di lettura
34

Il Fermo Forum riempito già dalle prime ore, ecco che comincia Tipicità edizione numero 32. Da Fermo, passando per le Marche fino al mondo intero. Si esploreranno le differenze e le somiglianze tra Marche e Giappone

Tantissimi visitatori e altrettante autorità hanno calpestato il tappeto verde della fiera con sede al Fermo Forum. “Lavoriamo con Angelo Serri e Alberto Monachesi per farci conoscere nel mondo – apre così il Sindaco Calcinaro la conferenza di inaugurazione – Sono felice di vedere i comuni del territorio che si riuniscono e le tante presenze dall’estero”. Di fianco al primo cittadino c’è il Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli. Il suo intervento è un vero e proprio elogio alla creatività di Angelo e Alberto: il loro è un “esperimento ben riuscito in una regione coniugata al plurale che talvolta fatica a fare squadra”. Una manifestazione “autentica”, questo l’aggettivo scelto dal Presidente.

E la soddisfazione di Serri, direttore di Tipicità, è davvero tanta: “Il nostro sogno di far lavorare in rete le realtà del territorio è ora tangibile. Il successo del rapporto con l’estero è la dimostrazione che questa modalità funziona”.

Interviene il Consigliere Andrea Putzu, delegato all'agricoltura e alla sovranità alimentare, che evidenzia ancora di più la crescita della manifestazione che è diventata un riferimento a livello nazionale. Ne è un esempio la presenza in fiera di Mario Vattani, commissario Generale per l'Italia a EXPO Osaka 2025. Vattani offre una piccola anteprima di come sarà il padiglione italiano: grande e sostenibile. “Essere presenti all’Expo è fondamentale, ed è importante per questo coinvolgere le regioni”, il commissario racconta anche che in Giappone alcuni prodotti italiani sono conosciuti e anche se ci sembra una cultura lontana in realtà le somiglianze ci sono.

Tipicità offrirà l’occasione di mettere a confronto le specialità culinarie. Durante l’inaugurazione non manca un messaggio da parte dell’ambasciata del Giappone, che vede la kermesse come un’opportunità per esplorare le nostre diversità. Sin dall’anno scorso il Giappone si sta muovendo sul territorio italiano per promuovere il saké, la tipica bevanda alcolica: a Napoli, a Firenze e ora nelle Marche. Gli interessati potranno partecipare all’evento dedicato al Giappone che si terrà domani 10 marzo alle 13.30 al teatro delle esperienze (sala 2).

Continuano gli interventi delle autorità nella prima intensa mattinata di Tipicità. Mirco Carloni, presidente della Commissione Agricoltura alla Camera dei Deputati, lancia due buone notizie per il settore: una prima misura che fornisce un fondo di 25 milioni di euro per il consorzio del biologico e la seconda, arrivata proprio ieri, prevede il finanziamento di altri 25 milioni per i consorzi di garanzia. Interviene anche Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio delle Marche, rivolgendo l’attenzione ai piccoli produttori che grazie al festival possono aprirsi al mondo e farsi conoscere.

Interessante il contributo del commissario straordinario Ricostruzione Sisma 2016, Guido Castelli, che porta una ventata di speranza al pubblico di Tipicità: “Per ripartire ci vuole arte, tenacia e convinzione, ogni dramma è occasione di rinascita. Bisogna saper riconoscere le occasioni che nascono dalle difficoltà”. Nel primo pomeriggio Castelli ha anche tenuto un convegno al piano superiore del Fermo Forum intitolato “L’Appennino contemporaneo tra rinascita e sviluppo”, un’occasione per approfondire i dettagli del progetto “Next Appennino” che prevede una sorta di unione tra il sisma 2016 e quello abruzzese del 2009, per unire le forze tra due regioni.

Uno spazio è stato dedicato anche al project partner Banco Marchigiano e alla prefettura, con il saluto di Alessandra de Notaristefani di Vastogirardi.

E con questa carrellata di idee parte la kermesse che è ormai un appuntamento fisso del territorio e che non smette di puntare sempre più in alto.

Programma completo al sito www.tipicita.it





Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2024 alle 18:07 sul giornale del 10 marzo 2024 - 34 letture