counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Jesi: Truffa uno jesino online, denunciata giovane napoletana

1' di lettura
156

polizia

Nella giornata di giovedì al termine dell’attività investigativa, personale di polizia giudiziaria del Commissariato di Jesi ha denunciato una donna napoletana 23enne per il reato di truffa.

La vittima, (un uomo 67enne) a metà gennaio si è presentato in Commissariato, sporgendo denuncia per truffa. Dopo aver visto un annuncio, sul sito marketplace del social network Facebook, in cui veniva messa in vendita una macchina per la produzione di pellet, contattava il venditore tramite messaggistica lasciando i suoi recapiti telefonici. Poco dopo, riceveva una chiamata via messenger di una donna, che forniva alla vittima un numero di cellulare al quale chiamare, preavvisandola che avrebbe risposto il marito col quale trattare dell’acquisto. Effettuata la chiamata, la vittima si accordava realmente con un uomo per il pagamento a titolo di caparra della somma di 450 euro, una volta ricevuto il codice di tracciamento relativo alla spedizione della macchina. Ricevuto via cellulare il codice di tracciamento e l’indicazione della ditta di consegna, la vittima chiamava ed aveva la conferma che vi era un pacco pronto per la consegna.

A questo punto, si adoperava per il pagamento mediante ricarica della carta mooney. Trascorsi alcuni giorni, senza ricevere niente, la vittima contattava il cellulare del venditore e quello del corriere senza ricevere risposta. Gli accertamenti investigativi degli Agenti del Commissariato, dopo la presentazione della querela, permettevano di risalire all’intestatario della carta abbinata al codice utente, una donna napoletana, nonché di acquisire la carta d’identità utilizzata a tal fine, verificandone la piena corrispondenza. La donna, che ha agito in concorso con un uomo, è stata quindi denunciata, tramite la Polizia del luogo di residenza, per truffa in concorso.



polizia

Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2024 alle 11:27 sul giornale del 09 marzo 2024 - 156 letture






qrcode