counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche, i risultati conseguiti e le prospettive dell’ospedale pubblico riconosciuto tra i migliori in Italia

9' di lettura
124

Numeri in crescita per ricoveri e interventi chirurgici, per prestazioni di specialistica ambulatoriale erogate e nuove acquisizioni tecnologiche.

I dati relativi all’attività svolta del 2023 dall’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche sono stati illustrati in Regione, a Palazzo Raffaello, dal presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, dal vice presidente della Giunta e assessore alla Sanità Filippo Saltamartini, dal direttore dell’AOU delle Marche Armando Gozzini, alla presenza del sottosegretario alla Presidenza della Giunta regionale Aldo Salvi, del direttore amministrativo dell’AOU delle Marche Cinzia Cocco e del direttore sanitario dell’AOU delle Marche, Claudio Martini. La fotografia è quella di una Azienda Ospedaliero Universitaria di secondo livello, sede della Facoltà di Medicina dell’UNIVPM, che è sempre più un punto di riferimento non solo per la regione, ma si conferma l’attrattività anche nei confronti delle regioni limitrofe, grazie alle numerose specialità esclusive che garantiscono livelli assistenziali di eccellenza.

“Raccontiamo l’operatività, gli obiettivi e la programmazione futura di un hub regionale dalla storia importante – ha detto il presidente Acquaroli - dove gli investimenti in tecnologia e innovazione sono fondamentali per restare a livello di competitività dimostrata dalla struttura che è stata valutata, negli ultimi due anni, come ospedale pubblico migliore d’Italia, in base alla qualità degli esiti delle prestazioni. Un risultato che comporta oneri ed onori, quindi orgoglio ma allo stesso tempo responsabilità di riuscire a mantenere lo stesso livello e potenziare l’assetto operativo dell’azienda”. In prospettiva si guarda con la volontà di “costruire, con la nuova riforma – ha insistito il presidente - un assetto che sia in grado di semplificare l'approccio del paziente e dell'utente nei confronti della sanità, per dare le risposte secondo l’appropriatezza delle prestazioni, decongestionare i pronti soccorso, arrivare a liste di attesa in grado di dare le risposte adeguate nel minor tempo possibile e soprattutto cercando di potenziare il territorio”. Continuiamo a lavorare “in sinergia con l'indirizzo che sta dando il governo e le maggiori risorse per poter garantire ai cittadini marchigiani il migliore servizio e la migliore salute possibile”.

"Il bilancio dell'attività svolta nel 2023 dall'Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche mostra un trend molto positivo - ha detto il vice presidente Saltamartini -. Stiamo lavorando per fronteggiare l'aumento della domanda di prestazioni sanitarie, molto spesso a bassa complessità, che causa anche affollamento al pronto soccorso di Torrette: per questo abbiamo assegnato, su indirizzo politico del presidente della Giunta Acquaroli, il 60% dell'intero budget all'Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche, per assumere nuovo personale e stabilizzare i precari assunti durante il Covid". Il Vice Presidente ha sottolineato il livello di eccellenza raggiunto dall'AOU delle Marche, un polo, quello di Torrette e Salesi, attrattivo, al punto che "anche i campioni sportivi vengono a farsi operare" ad Ancona, "piuttosto che in altri nosocomi" di altre regioni. Inoltre, ha elogiato "l'attività di ricerca scientifica" condotta grazie anche al "fondamentale apporto dell'Università Politecnica delle Marche". Saltamartini ha rimarcato gli "investimenti molto importanti" in termini di "rinnovamento delle tecnologie" in dotazione all'AOU delle Marche, mentre sul fronte dei lavori di realizzazione del nuovo Salesi ha spiegato che "la Regione sta lavorando" per imprimere una accelerazione ai "lavori della parte edilizia". “Un ospedale dalle enormi potenzialità e risultati riconosciuti a livello nazionale ed internazionale” ha aggiunto il sottosegretario Salvi.

"I significativi risultati raggiunti – ha dichiarato il direttore Gozzini - sono il frutto di una stretta sinergia programmatoria e operativa tra tutti gli attori, ospedalieri e universitari, personale medico, sanitario e tecnico-amministrativo. L'AOU delle Marche è proiettata al continuo miglioramento della propria performance, e ad interpretare al meglio il ruolo di unica azienda di secondo livello e di HUB regionale per le patologie tempo dipendenti e per le reti regionali sulle patologie più complesse, ruolo che le è stato attribuito dalla legge di riforma del Servizio Sanitario regionale n.19 dell'8 agosto 2022 e del Piano Regionale Socio Sanitario 2023-2025. Siamo impegnati a mantenere cure e terapie a livello delle necessità del sistema, anche attraverso la forza lavoro attuale, ritenendo indispensabile il mantenimento e lo sviluppo del livello tecnologico e dei sistemi digitali".

L’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche, nel 2023 ha effettuato 41.449 ricoveri tra ordinari e day hospital, con un peso medio dei ricoveri ordinari pari a circa 1.6, indice quest’ultimo di un’elevata complessità della casistica trattata. Circa il 50% dei ricoveri ha interessato cittadini residenti nel comune di Ancona e nei comuni della provincia di Ancona, poco meno del 40% ha riguardato cittadini residenti nelle altre 4 province marchigiane e più del 10% è riferibile a cittadini residenti fuori della regione Marche, contribuendo ad una significativa fetta di mobilità attiva extraregionale.

Nei due blocchi operatori dei Presidi di Torrette e Salesi sono stati eseguiti complessivamente 16.791 interventi chirurgici, con un orientamento alla patologia traumatologica, oncologica, cardiovascolare e ai trapianti di rene e fegato. Sono state, inoltre, eseguite 16.946 procedure interventistiche invasive di elevata complessità da parte di strutture altamente specialistiche (aritmologia, neuroradiologia interventistica, radiologia interventistica, emodinamica, ecc.).

Gli accessi al Pronto Soccorso del Presidio di Torrette sono stati 53.093, distribuiti con le seguenti proporzioni: circa il 43% proveniente dal comune di Ancona, circa il 40% proveniente dal restante territorio della Provincia di Ancona, circa il 10% proveniente dalle altre province marchigiane e intorno al 7% proveniente da fuori regione. Per quanto riguarda il Presidio Salesi gli accessi al Pronto Soccorso nel 2023 sono stati 28.773, distribuiti con le seguenti proporzioni: il 33,5% proveniente dal comune di Ancona, circa il 40% proveniente dagli altri comuni della provincia di Ancona, il 19% proveniente dalle altre province marchigiane e circa il 7% proveniente da fuori regione.

Guardando ai dati dei bambini nati nel Presidio Salesi, nel 2023 sono stati 1.598, dei quali il 33,8% residenti nel comune di Ancona e il 66,2% nel resto della regione e una piccola percentuale fuori regione. La produzione di prestazioni di specialistica ambulatoriale si è attestata su circa due milioni e duecentomila, comprensiva della diagnostica di laboratorio. Le prestazioni di diagnostica radiologica effettuate nel 2023 ammontano a 256.763, ripartite tra esami per pazienti esterni, per pazienti ricoverati e per pazienti del Pronto Soccorso.

Per due anni consecutivi l’AOU delle Marche è stata valutata dall’AGENAS come ospedale pubblico migliore d’Italia, in base alla qualità degli esiti delle prestazioni; possiede una certificazione di qualità secondo la norma ISO 9001-2015, attraverso la certificazione dei suoi Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali (34 PDTA aziendali); è certificata anche secondo la norma ISO 22301, certificazione legata alla sicurezza, che attesta che l’azienda riesce a garantire la continuità dei servizi anche a fronte di potenziali interruzioni e minacce a livello informatico (es. hackeraggio), logistico (terremoti), ecc.

È un’azienda che si pone come nodo nevralgico nelle reti cliniche regionali, prefiggendosi 2 obiettivi strategici assistenziali per i prossimi anni: 1) consolidare le funzioni e le attività caratterizzanti la sua natura di secondo livello, fortificando le interconnessioni con tutte le strutture ospedaliere SPOKE dell’intera regione; 2) potenziare il suo collegamento con i servizi socio-sanitari territoriali, prevalentemente quelli del distretto di Ancona e dell’AST di Ancona. È un’azienda che guarda avanti, che progetta e che investe in tecnologie e infrastrutture.

Nel corso del 2023 e nei primi mesi del 2024 sono state completate alcune progettualità che saranno oggetto di prossime inaugurazioni. Tra queste, la nuova sala angiografica per Radiologia Interventistica; la nuova Morgue; la chirurgia Ricostruttiva – Progetto Donna; il Centro di Riferimento per la Terapia del Dolore e le Cure Palliative Pediatriche; il completamento lavori previsti dal DL 34 per 8 Nuovi Posti Letto in Clinica Rianimazione; i nuovi Posti letto Ospedalieri per detenuti; la nuova Convenzione Casale Angelini. Inoltre, è stato implementato il software di Intelligenza Artificiale per patologie vascolari cerebrali (HUB / SPOKE). Una Azienda ai vertici dell’innovazione tecnologica.

Ingenti gli investimenti per il triennio 2024-2026, fra attrezzature, lavori antincendio e interventi previsti dal PNRR (25.181.716 euro). Ulteriori 9.343.610 euro di investimenti riguardano attrezzature, tra le quali colonne endoscopiche, chirurgia robotica, CT Pet, Thomotherapy, 2 angiografi bipiano, endoscopia digestiva.

Per quanto riguarda i lavori di manutenzione straordinaria del Blocco Travaglio Parto PO Salesi va segnalato l’avvio del progetto per la ristrutturazione del Blocco Parto. Inoltre, è previsto l’acquisto e l’installazione della nuova CT PET; acquisto e installazione di due angiografi biplano in Sala 2 di Emodinamica e in Sala interventistica della Neuroradiologia; predisposizione di due Sale Ibride nel blocco operatorio del Presidio di Torrette; attivazione del Centro Regionale Medicina dello Sport; acquisto e installazione della nuova apparecchiatura per la Tomoterapia; progettazione e allestimento di nuove strutture assistenziali: Emodinamica Impiantistica Meccanica, Centro Diagnostico Regionale per Micobatteri, P.M.A. primo e secondo livello, Laboratorio Citogenetica, Endoscopia Digestiva, nuovo reparto di Ematologia.

Va poi segnalata la programmazione dell’acquisto e dell’installazione delle apparecchiature correlate ai fondi ottenuti grazie al PNRR: PNRR – ANTISISMICA: Progettazione ed esecuzione dei Lavori di Adeguamento alla normativa Sismica del Padiglione Radioterapia del P.O. di Torrette; PNRR – Progettazione ed esecuzione Lavori e installazione RM-RX P.O. Salesi; PNRR – Progettazione ed esecuzione Lavori e installazione RM – P.O. Torrette; PNRR – Progettazione ed esecuzione Lavori e Installazione Gamma camera Spect CT – PO Torrette; PNRR – Progettazione ed esecuzione Lavori e Installazione 2 Mammografi – PO Torrette; PNRR – Progettazione ed esecuzione Lavori e Installazione Sistemi radiologici fissi (polifunzionale RX) - PO Torrette; PNRR – Lavori e Installazione 1 Acceleratore Lineare radioterapia; PNRR – Lavori per installazione TAC PO Torrette; DL 34 – Progettazione e Lavori per installazione di 2 TAC – PO Torrette e PO Salesi.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2024 alle 16:35 sul giornale del 09 marzo 2024 - 124 letture






qrcode