counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > POLITICA
comunicato stampa

Sanzio nel caos, Mangialardi: “Acquaroli parla di togliere le Marche dall’isolamento, ma dimentica che lui è il principale responsabile”

2' di lettura
84

“Il presidente Acquaroli parla di togliere le Marche dall’isolamento, ma sembra dimenticare che se oggi il Sanzio ha perso tanti voli internazionali e rischia di perdere anche quelli di continuità territoriale, gran parte delle responsabilità sono da imputare alle sue scelte, a partire dalla creazione di Atim, protagonista di un vero e proprio disastro che potrebbe persino far emergere rilievi di natura giudiziaria.

Ora, ovviamente, tutti tifiamo affinché la procedura di emergenza attivata da Enac vada a buon fine, portando nelle Marche compagnie capaci di dare garanzie più solide di quelle offerte da Aeroitalia. È certo, però, che sarebbe stato molto più facile se a interloquire sia con Enac che con i vettori interessati allo scalo marchigiano fossero state le strutture tecniche della Regione Marche che si occupano di turismo e internazionalizzazione, anziché Atim”.

A dirlo è il capogruppo regionale del Partito Democratico Maurizio Mangialardi.

“Ciò che Acquaroli non comprende – continua Mangialardi – è che dopo il caso “Atim-Aeroitalia”, l’Aeroporto delle Marche ha disperatamente bisogno di riguadagnare credibilità e reputazione, che sono prerequisiti fondamentali per programmare una vera strategia di sviluppo. Invece, il presidente si ostina contro ogni logica a mantenere in vita questo carrozzone inutile, dannoso e costoso, anteponendo il proprio orgoglio al bene comune dei marchigiani. Oggi stesso, in occasione dei lavori del consiglio, ho sollecitato il presidente dell’Assemblea Dino Latini affinché acceleri l’iter della proposta di legge soppressiva presentata dal Partito Democratico, a prima firma del consigliere Fabrizio Cesetti. Al di là dell’unità di facciata, infatti, anche molti consiglieri del centrodestra sono stanchi di subire questo imbarazzante stallo dovuto all’agire spregiudicato di Fratelli d’Italia che sta progressivamente occupando i gangli istituzionali della Regione Marche con figure decise dalla sua segreteria romana, rivelatesi spesso, come nel caso di Atim, senza alcuna competenza. È ora che per il bene futuro dell'aeroporto e per salvare il risanamento messo in atto dal centrosinistra nella precedente legislatura, si faccia definitiva chiarezza”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-02-2024 alle 11:04 sul giornale del 28 febbraio 2024 - 84 letture






qrcode