counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Rubano le offerte in chiesa a Castelferretti, denunciati. Il Sindaco Signorini ringrazia i Carabinieri

2' di lettura
98

Un 28enne e un 37enne, residenti rispettivamente a Falconara e ad Ancona, sono stati individuati e denunciati dai Carabinieri della Tenenza di Falconara per il reato di furto aggravato.

I due uomini, già noti alle Forze dell’ordine, nel primo pomeriggio del 13 gennaio scorso erano entrati nella chiesa di Sant’Andrea Apostolo a Castelferretti e avevano approfittato dell’assenza temporanea di fedeli e sacerdoti per forzare la colonnina delle offerte del presepe e per scardinare la cassetta delle offerte delle candele votive.

Erano riusciti a sottrarre 90 euro, oltre a procurare danni a una cassetta e rubarne un’altra, e si erano allontanati rapidamente dal luogo di culto.

Immediatamente sono stattate le indagini da parte dei Carabinieri di Falconara, con l’acquisizione delle immagini del sistema di videosorveglianza interno della chiesa. Dalla visione dei filmati, i militari sono riusciti a risalire al volto dei due uomini. Gli accertamenti sono proseguiti con la comparazione delle immagini effettuata dalla Sezione investigazioni scientifiche del Comando provinciale dei Carabinieri di Ancona, il cui personale è giunto all’identificazione dei due uomini.

Il sindaco Stefania Signorini ringrazia i Carabinieri, in particolare quelli della Tenenza di Falconara guidati dal comandante Giuseppe Esposito, per aver identificato e denunciato gli autori di un furto avvenuto nella chiesa parrocchiale di Sant’Andrea Apostolo a Castelferretti. “Rubando le offerte dei fedeli - ha sottolineato il sindaco - i due malviventi si sono resi responsabili di una condotta spregevole, perché hanno approfittato della buona fede di chi dona a favore della parrocchia e delle attività caritatevoli che essa organizza.”

Il ringraziamento del sindaco Signorini è stato esteso a tutti gli appartenenti dell’Arma dei carabinieri, che rappresentano un punto di riferimento e di garanzia della legalità.



Questo è un articolo pubblicato il 27-02-2024 alle 18:23 sul giornale del 28 febbraio 2024 - 98 letture






qrcode