counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ECONOMIA
comunicato stampa

"Le Marche vogliono crescere", presentato il Dossier Imprese di Confartigianato

2' di lettura
66

Il tessuto produttivo marchigiano è costituito per il 99,4% da imprese di micro e piccola dimensione che hanno un impatto fondamentale sulla competitività del sistema e sull’occupazione.

In assenza di interventi mirati e focalizzati sui punti di forza della regione, le Marche, già classificate come “regione in transizione” rischiano di diventare un territorio ancora più in difficoltà in termini di competitività e coesione sociale. I numeri dell’Ufficio Studi di Confartigianato contenuti nel “Dossier imprese Marche” danno la fotografia di una regione che fatica a stare al passo: aumenta la cassa integrazione nell’artigianato. Le quote maggiori per moda e meccanica, due dei settori di punta del nostro made in Italy. Prime difficoltà anche nell’edilizia. I prestiti alle piccole imprese, in base agli ultimi dati disponibili, sono a -9,4% a fronte del -7,4 del totale imprese. L’export fa i conti anche con la crisi del Mar Rosso: le Marche sono esposte per 904 milioni di euro. La politica deve riconoscere concretamente questo nostro ruolo di costruttori di futuro, hanno sottolineato i vertici di Confartigianato, eliminando i tanti ostacoli che frenano i nostri sforzi per agganciare la ripresa.

A presentare all’on. Lucia Albano sottosegretario al MEF i numeri del dossier, il Vicepresidente di Confartigianato Marche Paolo Longhi ed il Segretario regionale Gilberto Gasparoni. All’incontro hanno partecipato i vertici territoriali di Confartigianato Marco Pierpaoli e Graziano Sabbatini Segretario e Presidente della Confartigianato di Ancona- Pesaro e Urbino, Giorgio Menichelli e Enzo Mengoni Segretario e Presidente della Confartigianato di Macerata- Ascoli Piceno e Fermo.

Il governo – ha detto l’on. Lucia Albano - si è impegnato in maniera particolare nei confronti delle Marche e con risposte tangibili. Voglio ricordare i fondi per ripristinare i danni subiti a seguito dell’ alluvione e quelli per il cratere sismico con la proroga della zona franca urbana.Le azioni del Governo per sostenere il tessuto economico sono azioni importanti. I tre provvedimenti principali: la legge di bilancio, la legge fiscale e il PNRR.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2024 alle 17:32 sul giornale del 17 febbraio 2024 - 66 letture






qrcode