counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Jesi: Rubarono oltre 2 mila euro di profumi e cosmetici al Conad, denunciati due ventenni rumeni

2' di lettura
130

Nella giornata di mercoledì, al termine di una articolata attività investigativa, il personale di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Jesi, ha denunciato in stato di libertà due rumeni di 21 e 23 anni per il reato di furto aggravato in concorso.

Nel mese di novembre, il direttore del punto vendita Conad, aveva sporto denuncia contro ignoti che avevano rubato dei cosmetici ed altri prodotti per la cura della persona per un valore complessivo di 2.240 euro. Gli Agenti di Polizia, dopo il sopralluogo, avevano acquisito i filmati delle telecamere dell’impianto di video sorveglianza dell’esercizio commerciale. Dalla visione era emerso che due individui erano entrati nel supermercato ciascuno con un proprio carrello della spesa. Uno dei due, aveva preparato una busta di notevoli dimensioni collocata nel carrello, riempiendola di prodotti cosmetici e per la cura della persona particolarmente costosi mentre l’altro si era posizionato all’inizio della corsia con gli scaffali a mò di palo, per avvisare l’eventuale arrivo di clienti o di personale. Una volta riempita la busta, i due complici si erano separati per poi ricongiungersi in corrispondenza di un'altra corsia dove uno dei due provvedeva a nascondere la grossa busta colma di cosmetici con un giubbotto.

Quindi i due con i carrelli al seguito erano fuggiti a gambe levate attraverso un varco per le emergenze. Fuori ad attenderli, c'era un altro complice a bordo di una Ford Focus a bordo della quale si sono poi dileguati. Grazie all’attento lavoro di analisi degli investigatori, la Polizia è risalita all’identità dei due uomini, due rumeni, uno dei quali già noto perché denunciato per reati simili commessi nei mesi precedenti e l’altro suo complice con cui era solito frequentarsi. La comparazione fisionomica effettuata dalla Polizia Scientifica, tra le immagini relative ai soggetti ripresi dalla videosorveglianza e le foto segnaletiche d’interesse, ha riscontrato, senza ombra di dubbio, che si trattava delle stesse persone. I due rumeni, pertanto, sono stati denunciati deferiti alla Procura competente per furto aggravato in concorso.




Questo è un articolo pubblicato il 15-02-2024 alle 09:58 sul giornale del 16 febbraio 2024 - 130 letture






qrcode