counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA

Jesi: Ubriaco inveisce contro i poliziotti e in tasca nasconde anche un coltello: denunciato un marocchino pregiudicato

2' di lettura
276

polizia di jesi

Nella serata di lunedì, gli agenti delle Volanti del Commissariato di Polizia, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno denunciato all'autorità giudiziaria competente un marocchino di 46 anni per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e porto di coltello.

Intorno alle 17.30, è arrivata una segnalazione alla Polizia relativa ad un uomo che inveiva contro i clienti di un bar di una stazione di servizio. Sul posto, all’interno dell’esercizio, l’equipaggio della volante ha accertato la presenza di un uomo che a fatica stava in piedi, dal forte alito vinoso e con gli occhi arrossati. In evidente stato di ubriachezza, l’uomo pronunciava frasi sconnesse cambiando repentinamente il tono della voce. Avendo compreso che stava per essere redatto a suo carico un verbale di contestazione per ubriachezza molesta, si rè rivolto in maniera ostile nei riguardi degli agenti.

Sottoposto a perquisizione, l’uomo è stato trovato in possesso di un coltello svizzero con una lama di 6 cm nascosto nella tasca destra dei pantaloni che è stato subito posto sotto sequestro. L’uomo, è stato accompagnato in Commissariato per la redazione degli atti ma a bordo dell’auto di servizio continuava a blaterare frasi senza senso ed offensive nei confronti degli agenti, colpendo con pugni il divisorio in plexiglass dell’abitacolo del mezzo senza per fortuna riuscire a danneggiarlo. Durante la permanenza negli uffici del Commissariato, il marocchino ha proseguito nel turpiloquio contro gli agenti muovendosi in continuazione opponendo resistenza ai poliziotti nell’adempimento delle loro funzioni, manifestando anche intenzioni autolesioniste a tal punto da rendere necessaria una momentanea immobilizzazione a tutela dell’incolumità personale e degli agenti operanti.

Da accertamenti, l’uomo è risultato avere a suo carico precedenti specifici per porto abusivo d’armi, estorsione, molestia alle persone, minacce, danneggiamento, oltraggio a pubblico ufficiale, truffa, sottoposto nel 2015 ad avviso orale da parte del Questore di Ancona. L'extracomunitario è stato quindi denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e porto di coltello e sanzionato amministrativamente per l’ubriachezza molesta.



polizia di jesi

Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2024 alle 10:36 sul giornale del 14 febbraio 2024 - 276 letture






qrcode