counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ascoli: Sequestrati oltre 105.000 articoli privi dei requisiti di sicurezza posti in vendita per carnevale

1' di lettura
94

In concomitanza del Carnevale e della festa degli innamorati, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno ha intensificato i controlli presso gli esercizi commerciali, finalizzati al contrasto dell’illecito commercio di prodotti “non sicuri” e/o “irregolari”, sottoponendo a sequestro 105.701 articoli.

Nell’ambito di questi interventi, le Fiamme Gialle della Compagnia di San Benedetto del Tronto e del Gruppo di Ascoli Piceno, a seguito di un mirato screening di attività economiche, hanno individuato due esercizi commerciali, dislocati sul territorio della provincia picena.

I beni posti in vendita sono risultati sprovvisti delle informazioni identificative minime, previste dal “Codice del consumo” dagli artt. 6, 7 e 9 del D.Lgs. 206/2005 in materia di sicurezza prodotti, quali i dati relativi al Paese di origine, al produttore/importatore, alla natura dei materiali impiegati per la loro realizzazione, notizie che, per legge, devono essere presenti sulle confezioni o sulle rispettive etichette, in modo visibile, leggibile ed in lingua Italiana.

La merce irregolare è stata sottoposta a sequestro amministrativo ai sensi dell’art. 13 della legge 689/81 e, ai titolari delle due imprese individuali, sono state elevate sanzioni amministrative fino a 25.823 euro, così come disposto dall’art. 12 D.Lgs 206/2005.

Continua l’attività della Guardia di Finanza picena al contrasto della diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza, che significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo, ove gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizione eque di concorrenza.





Questo è un articolo pubblicato il 13-02-2024 alle 11:04 sul giornale del 14 febbraio 2024 - 94 letture






qrcode