counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Jesi: Smantellata la "casa della droga" di un 47enne albanese: in cassaforte aveva 230 grammi di cocaina e 40 mila euro

2' di lettura
762

Aveva trasformato la sua abitazione in una casa di produzione e spaccio di droga, con tanto di videocamera esterna per controllare l'eventuale arrivo delle forze delle dell'ordine. Gli agenti del Commissariato di Polizia di Jesi hanno però messo fine alla fiorente attività di spaccio di un 47enne albanese che è stato arrestato.

Nella serata di martedì, nel corso di un’operazione antidroga, il personale della squadra di polizia giudiziaria del Commissariato, coordinati dal dirigente il vice questore Paolo Arena, insieme alle unità cinofile antidroga di Ancona, nell’ambito delle direttive del Questore di Ancona Capocasa e del Prefetto Ordine, ha arrestato in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti un albanese, pregiudicato, attualmente affidato in prova ai servizi sociali, di 47 anni.

In particolare, il personale, in appostamento nei pressi dell’abitazione di un noto spacciatore, in via Setificio, si è accorto della presenza di un pregiudicato che entrava nell'abitazione per poi uscirne rapidamente allontanandosi in auto. L’uomo, fermato dagli agenti, è stato trovato in possesso di una dose di cocaina per uso personale. Tornarti nell’abitazione i poliziotti stavolta hanno bloccato in uscita il proprietario della casa, un cittadino albanese con precedenti specifici in tema di stupefacenti. A seguito della perquisizione all’interno dell'abitazione, con l’impiego dei cani Hermes ed Edox, sono stati trovati circa 230 grammi di cocaina nascosta all’interno di una cassaforte chiusa a chiave incassata nel muro di una stanza nel seminterrato della casa, insieme alle banconote provento dell’attività di spaccio per un ammontare complessivo di euro 40.000 (suddivise in tagli da 100 e 50 euro).

Sono stati rinvenuti inoltre un bilancino di precisione, centinaia di ritagli di plastica utilizzati per il confezionamento della droga, accendini, forbici, contenitori, frullatore intrisi dello stesso stupefacente, creatina per il taglio ed un tablet collegato ad impianto di video sorveglianza per il monitoraggio delle pertinenze esterne dell’abitazione e dunque per controllare l’eventuale arrivo della Polizia; una vera e propria casa dello spaccio. Tutto il materiale e la droga sono stati sottoposti a sequesto. L’uomo è stato dichiarato in stato di arresto. La droga se venduta avrebbe allo spacciatore oltre 40.000 euro. L’operazione antidroga della Polizia di Jesi ha interrotto il fiorente giro di spacccio dell'albanese. Avvisato il PM di turno, sono stati disposti gli arresti domiciliari in attesa della direttissima.




Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2024 alle 09:25 sul giornale del 08 febbraio 2024 - 762 letture






qrcode