counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Tolentino: litiga con la nonna per il cagnolino, la spintona e le ruba i cellulari

1' di lettura
152

E' stato convalidato in Tribunale a Macerata l'arresto di una ragazza di 23 anni accusata di aver minacciato, spintonato e rapinato l'anziana nonna.

L'episodio risale allo scorso 31 gennaio, quando la centrale operativa della Compagnia carabinieri di Tolentino ha ricevuto la chiamata di una anziana signora, che chiedeva l’intervento di una pattuglia a causa di una discussione accesa con la nipote. I militari si sono recati sul posto con la massima celerità. La ragazza, seguita dal Sert per la condizione di tossicodipendenza, all'arrivo dei militari si era appena allontanata.

Dai primi rilievi è emerso come, durante una lite per futili motivi e in particolare per l'accudimento di un cagnolino, la giovane avesse cominciato ad urlare, insultando e minacciando l’anziana parente. Dopo la telefonata al 112, la nipote ha spinto e fatto cadere a terra la nonna, le ha preso i telefoni cellulari che si trovavano appoggiati su un mobile e se ne è andata di casa. Mentre la pattuglia intervenuta ricostruiva l’accaduto e chiedeva l’intervento dei sanitari per verificare le condizioni di salute della signora, gli equipaggi del nucleo operativo e radiomobile hanno perlustrato l’area, rintracciando la giovane dopo breve tempo, all’interno di un cantiere edile in centro, a poca distanza dall’abitazione, con i telefoni della vittima con sé.

La ventitreenne è stata tratta in arresto per il reato di rapina aggravata e per lesioni aggravate e tradotta al carcere di Pesaro. L'anziana, che nella caduta ha riportato un trauma cranico e un ematoma, è stata trasportata presso l’ospedale di Macerata. Lo scorso 2 febbraio si è svolta l'udienza di convalida dell'arresto.



Questo è un articolo pubblicato il 06-02-2024 alle 11:44 sul giornale del 07 febbraio 2024 - 152 letture






qrcode