counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPETTACOLI
articolo

Successo per la fiction "I fantastici 5" con Raoul Bova, si parla già di una seconda stagione

2' di lettura
474

La fiction con protagonista Raoul Bova “I Fantastici 5”, girata ad Ancona e in alcune zone delle Marche, come Ascoli Piceno e Numana, ha raggiunto un buon risultato con la sua prima stagione, con il 16% di share e un picco di oltre 2 milioni di telespettatori al debutto.

L'ultima puntata della serie, trasmessa sa Canale 5, è andata in onda ieri sera (31 gennaio).

Al centro della storia, Riccardo, ex allenatore olimpico, che accetta la nuova sfida di allenare per gli Europei dei campioni paralimpici e si trasferisce ad Ancona insieme alle figlie, con cui ha un rapporto conflittuale.

Molteplici le ambientazioni, indoor e outdoor, che hanno fatto da sfondo alle vicende fra le quali spiccano il Passetto, la Cattedrale di San Ciriaco, Portonovo e il PalaCasali, location principale della serie, dove si allena regolarmente Gianmarco Tamberi. Il set non è stato allestito solo nel capoluogo ma anche in luoghi altrettanto significativi del territorio regionale come Numana e Ascoli Piceno, nel cuore della città picena e nella storica caffetteria Meletti. Un'ottima vetrina per la nostra regione e per le sue molteplici bellezze.

I numeri non solo testimoniano il successo di una trama avvincente e personaggi ben costruiti, ma pongono anche un’interrogativo: ci sarà un seguito?

Stando alle prime indiscrezion, “I Fantastici 5” tornerà con una seconda stagione.

Dopo un debutto che ha catturato l’attenzione di un pubblico variegato, la Lux Vide ha dato il via libera per un nuovo ciclo di episodi. Raoul Bova, il volto noto di questa avventura che unisce sport e temi sociali, sarà nuovamente al timone. La serie ha saputo intrecciare con maestria le vicende di un allenatore e di un gruppo di atleti paralimpici, conquistando i cuori degli spettatori con una narrazione profonda e coinvolgente.



Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2024 alle 16:35 sul giornale del 02 febbraio 2024 - 474 letture






qrcode