counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > ATTUALITA'
articolo

Carabinieri forestali, il bilancio del 2023: 4 arresti e 418 denunce, calano gli incendi boschivi

2' di lettura
148

Nel 2023 più illeciti nello smaltimento dei rifiuti, in calo gli incendi boschivi: sono alcuni dei dati delle attività dei carabinieri forestali della Marche nell'anno appena trascorso presentati presso la sede del Comando Carabinieri Forestale Marche dal comandante, il colonnello Roberto Nardi.

Nel corso del 2023 i carabinieri forestali hanno complessivamente svolto 65.172 controlli, accertando 530 illeciti penali, con 4 arresti e 418 denunce, e oltre duemila illeciti amministrativi, per un importo complessivo di sanzioni pari a 1.169.708 euro.

Il maggior numero dei controlli, circa 27 mila, sono stati svolti nel settore della tutela del territorio ed hanno riguardato la protezione delle bellezze naturali, l’attività urbanistico-edilizia, le zone sottoposte a vincolo idrogeologico e di particolare interesse ambientale, la polizia fluviale e le aree soggette ad utilizzazioni boschive. I controlli effettuati nelle aree protette presenti nella regione Marche, che hanno un’estensione complessiva di circa 90.000 ettari pari a circa il 9,5% del territorio regionale, sono stati 9.077, con l’accertamento di 4 reati e 293 illeciti amministrativi.

Intensa è stata l’attività svolta per la prevenzione e la repressione degli incendi boschivi, con circa 3000 controlli effettuati sul territorio. Malgrado la stagione estiva abbia raggiunto dei picchi di siccità e di temperatura importanti per favorire l’innesco di incendi boschivi, sono stati registrati nelle Marche 30 incendi boschivi, il 39% in meno del 2022, che hanno interessato una superficie totale di 36 ettari (-50%).

È stato invece rilevato un aumento degli illeciti riguardanti l'abbandono e lo smaltimento illecito dei rifiuti, le discariche abusive e l'inquinamento: i reati accertati sono cresciuti del 12,5% rispetto al 2022, +24% per gli illeciti amministrativi.

Per quanto riguarda la tutela della flora e della fauna selvatica, sono stati svolti 17.042 controlli con l’accertamento di 77 reati e 597 illeciti amministrativi. Il settore del benessere animale, del maltrattamento e del traffico di specie protette ha registrato il maggior numero di illeciti amministrativi e il secondo per quanto riguarda le violazioni di natura penale, a causa del fenomeno del bracconaggio.



Questo è un articolo pubblicato il 31-01-2024 alle 18:07 sul giornale del 01 febbraio 2024 - 148 letture






qrcode