counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Recanati: Recanati: le due sorelle Stortini sarebbero morte da mesi di stenti e di freddo, i primi risultati dell'autopsia

2' di lettura
546

Sabato 9 dicembre, presso l'ospedale di Civitanova Marche, il medico legale Antonio Tombolini ha eseguito l'esame autoptico sui corpi delle due sorelle Stortini, Luisa Berenice e Piermaria Luigia.

Stando ai primi risultati il decesso delle donne, trovate quasi mummificate mercoledì mattina nella loro abitazione in Corso Persiani 27 a Recanati, potrebbe risalire addirittura ai mesi freddi dell’inverno. Si tratta sicuramente di una morte avvenuta per cause naturali ma in condizioni atroci. Le due sorelle, una accanto all'altra, nella loro camera da letto in un pigiama di pile e con maglioni addosso, sarebbero morte di stenti e di freddo. Avevano scelto una vita solitaria, rifiutando ogni rapporto con parenti, vicini, conoscenti e istituzioni. La più grande, di 71 anni, a causa di una caduta accidentale non era stata più in grado di uscire per la spesa che di solito facevano insieme. La più piccola, di 69 anni, non essendo autosufficiente, era impossibilitata ad adempiere a questo compito. Entrambe sono morte lentamente perchè denutrite.

Nei prossimi giorni, grazie ad analisi più approfondite, sarà possibile sapere con esattezza a quando risale il decesso, e se sia morta prima l'una e poi l'altra. Le due donne, a causa del loro carattere diffidente e scontroso, erano sfuggite a qualsiasi forma di controllo, anche da parte dei servizi sociali. L'intera comunità è stata scossa dal tragico ritrovamento. È ancora più sconvolgente pensare che una delle due sia morta per prima e che l'altra si sia poi consumata lentamente, in solitudine, accanto al cadavere della sorella.

Nel frattempo la Polizia municipale ha rintracciato una parente delle donne che nei prossimi giorni, su disposizione del Magistrato, dovrà occuparsi dell'organizzazione dei funerali delle due sorelle.



Questo è un articolo pubblicato il 10-12-2023 alle 09:30 sul giornale del 11 dicembre 2023 - 546 letture






qrcode