counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Camerino: Un'intera provincia sotto choc: Lorenzo Lambertucci stroncato da un malore a 38 anni

2' di lettura
1306

Una inaspettata tragedia ha sconvolto l'intera provincia di Macerata. Un malore improvviso, infatti, ha stroncato la vita di Lorenzo Lambertucci a soli 38 anni.

Lorenzo abitava a Caldarola insieme alla moglie Silvia e ai due figlioletti Greta e Mattia. Mercoledì sera, verso l'ora di cena, mentre era a casa ha accusato un malore che non gli ha lasciato scampo. Inutili tutti i tentativi di soccorso: per Lorenzo non c'è stato niente da fare.

Titolare dell'avviata azienda di informatica Sistema3 con sede a Villa Potenza, Lambertucci era un grande appassionato di natura e fotografia ed è stato fra i fondatori de “L'occhio nascosto dei Sibillini”. Il papà di Lorenzo, Fabio, è conosciutissimo anche per essere stato negli anni scorsi sindaco di Caldarola.

Tantissimi i messaggi di vicinanza alla famiglia comparsi sui social. Cordoglio arriva anche dall'Itis di San Severino. “Un dolore immenso per tutti coloro i quli lo hanno conosciuto, Lorenzo era proprio un bravo studente”. Così il professor Sandro Luciani, dirigente scolastico dell’Istituto Tecnico Tecnologico Statale “Eustachio Divini” di San Severino Marche ha accolto nel dolore la notizia della prematura scomparsa di Lorenzo Lambertucci, ucciso in casa da un malore fatale a soli 38 anni d’età. “A nome mio personale, di tutto il corpo docente e del personale tutto dell’istituto “Divini” mi sento di dover esprimere le più sentite condoglianze al collega Fabio Lambertucci, per molti anni docente di informatica nella nostra scuola” – sottolinea ancora Luciani. Ad esprimere la vicinanza della comunità settempedana alla famiglia Lambertucci anche il sindaco della Città di San Severino Marche, Rosa Piermattei.

“Suo padre Fabio – dice – è stato sindaco di Caldarola e docente al nostro Istituto tecnico. Seguiva ancora le attività della scuola cui è rimasto sempre attaccato. Ci siamo incrociati anche recentemente in occasione di una manifestazione pubblica che ha coinvolto anche gli ex docenti, quelli attuali e i ragazzi. Sono addolorata per questo dolore immenso”.



Questo è un articolo pubblicato il 07-12-2023 alle 11:10 sul giornale del 09 dicembre 2023 - 1306 letture






qrcode