counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Civitanova: Safi non ce l'ha fatta, è morto il bimbo di due anni precipitato dal balcone

2' di lettura
162

Non ce l'ha fatta Safi Fourat, il piccolo di due anni che intorno alle 22 di sabato 28 ottobre era precipitato dal quarto piano di una palazzina di via Verga, nel quartiere San Marone a Civitanova.

Ieri (5 dicembre) si è appreso che il bambino è deceduto lo scorso martedì (28 novembre), e giovedì è stata eseguita l'autopsia. Il bimbo era ricoverato all'ospedale Salesi di Ancona presso l'Anestesia e Rianimazione Pediatrica, diretta dal Dr. Alessandro Simonini. Le sue condizioni erano apparse da subito disperate. Troppo gravi le ferite riportate in seguito alla caduta. Diversi i bollettino medici emessi dall'ospedale pediatrico regionale. Il bambino aveva riportato un grave trauma cranico ed era in prognosi riservata. Il quadro clinico del piccolo paziente era rimasto stazionario, non vi erano stati miglioramenti.

La sera dell'accaduto Safi, che viveva con i genitori di origini tunisine a Porto Sant'Elpidio, si trovava a casa di parenti a Civitanova. Nessun dubbio che si sia trattato di un incidente. Il bambino era riuscito ad arrampicarsi sulla ringhiera del balcone ed era caduto accidentalmente facendo un volo di almeno una decina di metri. I genitori e le altre persone presenti in casa si erano accorti dell'accaduto solo dopo aver sentito il tonfo. La madre, sotto shock, aveva dichiarato di essersi distratta un attimo, ed era scesa in strada gridando per chiedere aiuto. Immediati i soccorsi del 118 e della polizia di Civitanova. Il bimbo era stato condotto all'ospedale cittadino per essere poi trasferito al Salesi di Ancona.

La procura (pm Enrico Barbieri) aveva aperto un'inchiesta, indagando per lesioni colpose gravissime, e ha disposto di svolgere l'autopsia. L'esame medico legale, affidato a Roberto Scendoni, è stato eseguito giovedì scorso. Sono stati indagati i genitori del piccolo e i parenti nella cui casa si trovava quel giorno. Il fascicolo è stato aperto per omicidio colposo.

Molti hanno seguito con apprensione la vicenda, sperando per il piccolo fino all'ultimo, insieme ai genitori.



Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2023 alle 10:05 sul giornale del 07 dicembre 2023 - 162 letture






qrcode