counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
comunicato stampa

Civitanova: Due carabinieri aggrediti da una donna, 20 giorni di prognosi. La solidarietà di UNARMA

1' di lettura
126

carabinieri

“Esprimiamo tutta la nostra piena solidarietà ai due colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Civitanova Marche rimasti feriti ieri pomeriggio sul lungomare dell’omonima cittadina dove una donna in evidente stato di agitazione li ha colpiti sferrando con violenza calci, pugni e insulti mentre si apprestavano proprio perché chiamati con urgenza in soccorso di altri cittadini rimasti coinvolti dalla folle violenza della donna.

Auguriamo loro una pronta guarigione dopo le gravi lesioni riportate, entrambi sono stati portati al pronto soccorso di Civitanova Marche per gli accertamenti clinici del caso con prognosi guaribili per entrambi in 20 giorni.

Un ennesimo grave episodio che testimonia l’assoluta centralità del lavoro degli operatori in uniforme, sempre presenti e sempre pronti a fronteggiare pericoli subdoli e continui cui, senza di loro, sarebbero esposti i cittadini. La funzione delicatissima e assai pericolosa a difesa della sicurezza e dell’incolumità altrui continua a richiedere ai colleghi in ogni parte del territorio e in qualsiasi contesto sacrifici importanti in termini di impegno, professionalità e salute, che meritano il fondamentale riconoscimento della collettività e soprattutto della politica”.

Così in una nota Antonio Voto, Segretario Generale Provinciale di UNARMA asc Macerata, mentre conclude con il commento il Segretario Vicario Antonio Ernesto che incalza, non ci stancheremo mai di ricordare che, solo per i controlli sulle strade, ogni anno finiscono in ospedale oltre 2600 operatori in divisa, uno ogni tre ore e mezza. Ma i feriti fra le forze dell’ordine sono molti di più, e non mancano, purtroppo, i morti. Eppure ancora siamo qui a doverlo ricordare a chi non dovrebbe dormirci la notte”.



carabinieri

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2023 alle 23:41 sul giornale del 02 dicembre 2023 - 126 letture






qrcode