counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Recanati: Porto Recanati: violenta aggressione all'Hotel House, 34enne condannato a 7 anni

1' di lettura
212

Violenta aggressione all'Hotel House il 23 giugno del 2018, condannato a sette anni di reclusione il 34enne tunisino Brahmin Bennani.

L'accusa per lui era di tentato omicidio. All'epoca dei fatti un marocchino e un tunisino stavano facendo schiamazzi che hanno disturbato l'uomo. Quest'ultimo aggredì violentemente il marocchino prima colpendolo alla testa e poi, quando era caduto a terra, continuando a prenderlo a calci. Poi però il tunisino aveva accompagnato il ferito alla Croce Azzurra. La vittima rimase a lungo in coma e passò tre mesi in ospedale in condizioni critiche, in prognosi riservata. In tribunale il marocchino aveva raccontato l’accaduto con grande difficoltà, a causa delle conseguenze del trauma subito. Il medico legale Roberto Scendoni, consulente della procura, aveva confermato che l'uomo aveva la testa sfondata. Bennani, invece, non si è mai presentato in aula per dare una sua versione dei fatti e respingere le accuse.

Ieri (28 dicembre) si è tenuta l'ultima udienza presso il tribunale di Macerata. Il pm Rastrelli ha chiesto la condanna a otto anni di reclusione per l'imputato. Marco Poloni, avvocato difensore del 34enne, ha messo in dubbio la ricostruzione dell'accusa, nello specifico sulla modalità con cui sarebbe stata colpita la vittima. Il collegio alla fine ha ritenuto il 34enne colpevole e lo ha condannato a sette anni di reclusione. È stata esclusa l’aggravante dei futili motivi. Bennani potrà comunque fare appello per provare a far valere le sue ragioni.



Questo è un articolo pubblicato il 29-11-2023 alle 11:46 sul giornale del 30 novembre 2023 - 212 letture






qrcode