counter

Ancona: Anni di terrore in casa per madre e sorelle. Ora il giudice allontana il giovane violente dalla casa familiare

2' di lettura 18/09/2023 - La Questura di Ancona esegue l'Ordinanza del GIP: il 26enne colpevole di maltrattamenti contro madre e sorelle, danneggiamenti e porto abusivo di armi. Le donne erano sottoposte a continui maltrattamenti e violenze continuate anche dopo aver abbandonato la loro casa

Nella giornata di ieri la Questura di Ancona ha dato esecuzione a un provvedimento verso un giovane anconetano di 26 anni. L'uomo è stato allontanato dalla sua casa familiare in seguito a un'Ordinanza emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari (GIP). La decisione è scaturita da una serie di gravi reati, tra cui maltrattamenti contro la madre e la sorella, danneggiamento e il porto abusivo di armi.

L'azione della magistratura è stata guidata da una lunga e dettagliata fase investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona. Gli inquirenti hanno scoperto che il giovane aveva instaurato un vero e proprio clima di terrore all'interno della sua famiglia sin dalla giovinezza. Le sue azioni comprendevano continui maltrattamenti fisici, durante i quali percuoteva la madre e le sorelle con calci e pugni, spesso senza alcun motivo apparente, lasciando loro ecchimosi in gambe e braccia.

Ma la violenza non si fermava qui. L'indagato, in preda alla rabbia, distruggeva oggetti di valore in casa, tra cui televisori, ventilatori e cellulari, ogni volta che le sue richieste non venivano soddisfatte. Le vittime subivano ulteriori vessazioni fisiche e morali ogni qualvolta cercavano di opporsi alle sue richieste o alle sue esplosioni d'ira.

Il culmine di questa situazione insostenibile è stato raggiunto nel mese di luglio scorso, quando le vittime si sono viste costrette a lasciare la casa familiare per cercare rifugio altrove. Nonostante ciò, l'indagato continuava a minacciare la madre di bruciare ciò che era rimasto in casa. La madre è stata anche presa con la forza e spinta verso le scale, e in un altro episodio, il giovane ha bloccato l'auto della madre, rendendo impossibile il suo utilizzo, con l'uso di un lucchetto e uno stendino per i panni.

La violenza non conosceva tregua. Recentemente, il 26enne ha minacciato la madre e la sorella con arnesi da idraulico e si è addirittura introdotto di nascosto nella loro nuova abitazione attraverso una finestra.

Alla luce di queste prove schiaccianti, il Giudice per le Indagini Preliminari presso il Tribunale di Ancona ha emesso un provvedimento che prevede non solo l'allontanamento del giovane dalla casa familiare ma anche il divieto di avvicinamento ai familiari, al fine di garantire la loro sicurezza e protezione.






Questo è un articolo pubblicato il 18-09-2023 alle 11:32 sul giornale del 19 settembre 2023 - 202 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere ancona, articolo, violenza domestica ancona, violenza contro le donne ancona, picchia madre e sorelle ancona, allontamento familiare ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/esnf





qrcode