counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Ancona: Presero parte ad una rissa con bastoni allo stadio. 5 Ultras dorici raggiunti dal DASPO

2' di lettura
172

Celerini

Ddurante la fase dell’afflusso, avvicinavano con un’azione repentina i tifosi ospiti presenti in prossimità del parcheggio, armati di bastoni, colpendo gli antagonisti, fino al tempestivo intervento delle Forze dell’Ordine. l soggetti, colpiti dai provvedimenti non potranno accedere alle manifestazioni sportive per 1 anno

Il Questore di Ancona, Dr. Cesare Capocasa, nell’ambito delle attività volte ad impedire fenomeni di violenza in occasione di manifestazioni sportive, ha firmato - ai sensi dell’art. 6 Legge nr. 401 del 13 dicembre 1989 e successive modificazioni – cinque ulteriori provvedimenti, elaborati dalla Divisione Anticrimine – sotto la Direzione del Vice Questore dr.ssa Marina Pepe- di divieto di accesso ai luoghi del territorio nazionale, ove si svolgono tutte le manifestazioni sportive di calcio di qualsiasi categoria, organizzate dalle federazioni sportive e dagli enti riconosciuti dal Comitato Olimpico Nazionale italiano, compresa la squadra nazionale di calcio.

I cinque provvedimenti D.A.S.P.O. sono stati disposti nei confronti di tifosi dell’U.S. Ancona , residenti nel capoluogo, italiani, tutti poco più che ventenni, tranne uno di 45 anni, i quali in occasione dell’incontro di calcio U.S. Ancona- Olbia tenutasi lo scorso mese di febbraio c/o lo Stadio Del Conero, si sono resi responsabili, in concorso con altri tifosi ultras, di condotte pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica. In particolare, durante la fase dell’afflusso, avvicinavano con un’azione repentina i tifosi ospiti presenti in prossimità del parcheggio, armati di bastoni, colpendo gli antagonisti, fino al tempestivo intervento delle Forze dell’Ordine che si frapponevano tra i due schieramenti, ponendo in atto comportamenti che mettevano in pericolo l’incolumità dei presenti.

Dalle immagini registrate ed estrapolate dalla Polizia Scientifica i tifosi sono stati successivamente identificati e deferiti da Personale della locale Digos alla locale Procura della Repubblica. l soggetti, colpiti dai provvedimenti non potranno accedere alle manifestazioni sportive per 1 anno.




Celerini

Questo è un articolo pubblicato il 29-03-2023 alle 12:45 sul giornale del 30 marzo 2023 - 172 letture






qrcode