counter

Fano: Ladri di giubbotti inseguiti e fermati, ma l’arresto non è stato convalidato: sono già liberi. Refurtiva danneggiata

1' di lettura 31/01/2023 - Li hanno colti sul fatto, sono stati inseguiti e brillantemente fermati. Ma la giustizia – per ora – non può fare niente. Così sono tornati liberi i due 30enni anconetani, presunti autori del furto avvenuto al negozio di abbigliamento sportivo King di Bellocchi di Fano, non nuovo a questi episodi.

Il raid è stato messo a segno sabato intorno alle 13. Uno dei due è entrato e ha rimosso l’antitaccheggio da alcuni capi di marca per un valore complessivo di oltre mille euro, l’altro attendeva in auto pronto per caricare il compare e fuggire con il malloppo. Il primo è scappato in fretta e furia dal negozio non appena è scattato l’allarme antitaccheggio posizionato all’ingresso. Il titolare lo ha rincorso fino al vicino parcheggio, ma a quel punto il ladro è salito in auto e si è allontanato. Non di molto, però, dato che la polizia – subito contattata - li ha presto raggiunti e bloccati dopo un breve inseguimento in auto. Recuperata la refurtiva, apparsa però danneggiata.

Lunedì si sarebbe dovuta tenere l’udienza di convalida dell’arresto, ma sul momento l’autorità giudiziaria si è ritrovata paralizzata per assenza della querela da parte del negozio, senza la quale – secondo le nuove regole – non si può procedere contro i presunti ladri.






Questo è un articolo pubblicato il 31-01-2023 alle 13:58 sul giornale del 01 febbraio 2023 - 744 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, fano, ladri, bellocchi, articolo, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dP4K





logoEV
logoEV
qrcode