counter

Fano: Famiglia intossicata dal monossido di carbonio: corsa alla camera iperbarica per madre e figlia 16enne

1' di lettura 29/01/2023 - Una famiglia è rimasta intossicata dal monossido di carbonio, probabilmente sprigionato da un braciere utilizzato per scaldare l’abitazione.

È successo nella serata di venerdì a Orciano di Terre Roveresche, in una casa abitata da una coppia di nordafricani e dai loro tre figli. Le prime preoccupazioni sono cominciate quando la figlia 16enne ha accusato un malore.

A raggiungere l’appartamento i vigili del fuoco e il 118, che ha accompagnato l’intera famiglia al pronto soccorso di Fano, dove è stato deciso di sottoporre a ossigenoterapia nella camera iperbarica cittadina sia la 16enne sia la madre di 45 anni. Meno preoccupanti le condizioni degli altri familiari, ma nessun allarmismo neppure per le due donne: la situazione è sempre rimasta sotto controllo. Tutti sono poi stati dimessi in buone condizioni.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2023 alle 12:37 sul giornale del 30 gennaio 2023 - 158 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, orciano, monossido di carbonio, articolo, camera iperbarica, Simone Celli, inossicazione, terre roversche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dPI3





qrcode