counter

Jesi: La pizza Walid Cheddira diventa il tormentone internazionale

Pizza dedicata a Walid Cheddira 3' di lettura 16/12/2022 - Grazie alla segnalazione ed all'idea già pubblicata in esclusiva (CLICCA QUI), anche il TG1 e la cronaca sportiva internazionale ha esaltato l'iniziativa di dedicare una pizza al bomber del Marocco.

La Pizza Walid Cheddira dedicata al giovane attaccante di Loreto, attuale capocannoniere col Bari in Serie B e uno dei protagonisti del Marocco ai Mondiali di Qatar 2022, sta davvero spopolando. Anche il Tg1 di domenica 11 dicembre ha fatto un servizio su Cheddira e sulla nuova specialità tutta Made in Marche che vuole omaggiare l'attaccante marchigiano (CLICCA QUI). Un entusiasmo contagioso a Porto Recanati e la confinante Loreto, città natale dell'attaccante che l'ex Jesina Daniele Bedetti (ora al Latina Calcio) allenò ai tempi dell'Arezzo.

Walid Cheddira con il Marocco disputerà la finale per il terzo e quarto posto contro la Croazia, entrando in ogni modo tra le prime quattro nazionali al mondo. Ciò ha spinto il giornalista Daniele Bartocci, giudice del programma tv King of Pizza e vincitore del Premio Food&Travel Awards 2022 riservato alle eccellenze italiane, a ideare una pizza interamente dedicata a Walid Cheddira, di cui ha parlato tutta Italia nei giorni scorsi. "L'ho ideata di notte la scorsa settimana. Mi sono alzato molto presto perché non riuscivo a prendere più sonno e ho avuto questa idea di lanciare una pizza per celebrare un grande bomber marchigiano", fa sapere Daniele Bartocci, eletto in queste ore tra i migliori 10 professionisti d'Italia food&beverage ai Bar Awards di Milano.

"Se ero sicuro che avrebbe avuto tutto questo successo? Non avevo dubbi, ogni tanto mi vengono queste idee e sono idee che mi motivano, stimolanti. E infatti di prima mattina ho voluto subito contattare il giovane loretano Danilo Capitanelli, titolare del ristorante pizzeria Zia Emilia di Porto Recanati. Locale di cui Walid Cheddira è storico cliente come me, e anche amico del pizzaiolo marocchino Mohamed".

Daniele Bartocci ha detto a Danilo Capitanelli, che conosce da oltre 10 anni e dove tra l'altro era stato a cena lo scorso luglio, la sera prima del matrimonio: "Danilo inventami subito questa pizza Cheddira, se lo merita Walid, sta facendo grandi cose. Tra stasera e domani proponimi una buona pizza e potrà trionfare in tutta Italia. Mi ha mandato qualche foto, complessivamente si trattava di un'ottima combinazione di ingredienti. Gli ho fatto dunque un'intervista per Vivere. Successivamente si è diffusa voce, già in molti in poche ore gli hanno chiesto di assaggiare la pizza nel locale. La Pizza Cheddira è diventata subito un tormentone visto che l'hanno pure chiamato importanti quotidiani nazionali per sapere di più sulla pizza. E il Tg1 ci ha fatto un servizio, e non solo la Rai ha dato spazio al progetto di cui sono molto felice essere stato l'ideatore".

Una rivelazione: "Neanche il titolare Danilo, che già da piccolo mi prese in simpatia, e che conosco ormai da una vita, sinceramente si aspettava questo grande interesse verso la pizza Walid. Me lo ha confessato in privato scherzando con la sua solita simpatia, mi ha detto pensava fosse una cosa piccola e simpatica, di poco conto, che sarebbe durata molto poco. Ma io ho creduto che un ristoratore di esperienza come lui avrebbe potuto spingere molto con questa pizza che sta facendo impazzire tutta Italia".

I colori della pizza ‘Walid Cheddira’ sembrano proprio voler richiamare i colori della bandiera del Marocco: rossa con una stella verde al centro. Il verde della rucola, le sfumature rosse create dal mix pomodorini-mazzancolle, e tanto altro ancora. Una pizza da veri bomber, da fuoriclasse, che Walid Cheddira potrebbe, chissà, già degustare al suo ritorno a Loreto tra Natale e l'Epifania. Stracciatella, pomodorini, rucola, mazzancolle, tonno e gamberetti. Buon appetito a tutti!


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 16-12-2022 alle 20:08 sul giornale del 17 dicembre 2022 - 154 letture

In questo articolo si parla di attualità, calcio, loreto, pizza, marocco, articolo, daniele bartocci, walid cheddira

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dI2S





logoEV
logoEV
qrcode