counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > SPORT
comunicato stampa

Rugby: Jesi ’70, rinnovo delle cariche. Luca Faccenda riconfermato presidente

2' di lettura
92

Rinnovo delle cariche sociali in seno alle società Rugby Jesi ’70 e Asd Junior Rugby Jesi, realtà questa cui è affidata l’attività per i più piccoli - dai bimbi 3-5 anni del progetto Go-all al minirugby fino alla Under 13 - oltre a quella dei più “maturi” della Old.

Dopo l’approvazione dei bilanci, riconfermato per acclamazione alla presidenza del Rugby Jesi ’70 Luca Faccenda, mentre Juri Baglioni, già responsabile del settore minirugby, diventa il nuovo presidente della Junior. Qui il precedente presidente Romano Zenobi, figura storica della palla ovale jesina, muta la natura del suo impegno e porta la sua esperienza da consigliere nel direttivo del Rugby Jesi ’70, di cui è stato fondatore.

Nel dettaglio, nel direttivo della Asd Junior Rugby Jesi vi saranno, col presidente Juri Baglioni, il vice Andrea Giacani, il segretario Eugenio Gregorini e i consiglieri Enrico Sandroni, Alessandro Amendola. Nel direttivo del Rugby Jesi ’70 il presidente Luca Faccenda, il vice Paolo Perini, il segretario Francesco Mengoni e i consiglieri Mauro Bachieca, Emanuele Pulita, Stefano Scaloni, Romano Zenobi.

«Il percorso prosegue verso gli obiettivi che ci siamo dati, in campo e come struttura – commenta il confermato presidente Luca Faccenda – nel triennio vogliamo arrivare a competere per il salto in Serie A. Non sarà quest’anno, che è per noi di rinascita, ma ci arriveremo. Ci siamo dati poi le missioni ben specifiche di far crescere ulteriormente l’attività del minirugby, continuando a organizzare e ospitare eventi di rilievo, e nel settore femminile. Il Polo di sviluppo federale giovanile la cui sede ci è stata assegnata, dovrà diventare una realtà sempre più consolidata. Ed altro obiettivo da perseguire diventa lo sviluppo del settore Juniores, dalla Under 15 alla Under 19. Ma non solo: ci concentreremo anche sul continuo miglioramento del nostro impianto, guardando sempre più alla sua sostenibilità, ambientale e economica. Nel nostro piccolo, anche il “Latini” dovrà essere in linea coi traguardi fissati dall’Agenda Onu 2030, pure nella sensibilizzazione di tutti coloro, a partire dai giovanissimi, che lo frequentano. Una scelta di civiltà e formazione per lo sport e la vita».





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2022 alle 15:07 sul giornale del 09 dicembre 2022 - 92 letture






qrcode