counter

Ancona: Ricercato torna in Italia dall'Albania dopo aver modificato i suoi dati anagrafici, ma ad attenderlo all'aeroporto c'è la Polizia

2' di lettura 01/12/2022 - Fermato ed arrestato presso lo scalo aereo di Orio al Serio (BG), un cittadino albanese di 45 anni, pluripregiudicato, già ricercato dalla Squadra Mobile dorica, per scontare una pena definitiva di anni 7 di carcere e di euro 30.000,00 di multa

I poliziotti della Questura Squadra Mobile dorica, Sezione Criminalità Organizzata e Catturandi, nella prima mattinata di martedì, hanno fermato ed arrestato presso lo scalo aereo di Orio al Serio, un cittadino albanese di 45 anni, pluripregiudicato, già ricercato dalla Squadra Mobile dorica, per scontare una pena definitiva di anni 7 di carcere e una multa di 30 mila euro.

La pena è da ricondurre a reati commessi, nella prima metà degli anni duemila, tra i territori delle Marche e quello di altre regioni del centro/nord, in particolare Lombardia. All’epoca dei fatti, il cittadino originario della terra delle aquile, faceva parte di uno strutturato associazione criminale, dedita al traffico di droga (eroina, marjuana) in diverse regioni italiane.

Grazie alle attività info investigative della Sezione Catturandi della Questura di Ancona, coordinate dal Procuratore della Repubblica Monica Garulli, il ricercato è stato rintracciato in Albania, dove si era recato, beneficiando di un periodo di libertà non soggetta a vincoli. Le indagini esperite hanno acclarato che, una volta giunto nel suo paese di origine, il ricercato sfruttando le norme della legislazione albanese vigente, ha provveduto a rinnovare i documenti di identità validi anche per l’estero, con generalità in parte modificate, pensando così di sottrarsi ai provvedimenti giudiziari che lo riguardavano. Nello stesso periodo ha contratto regolarmente matrimonio, nell’attesa di pianificare il rientro illecito in Italia.

La sinergia tra le diverse articolazioni della Polizia di Stato, Servizio Centrale Operativo quello per la Cooperazione Internazionale di Polizia, Polizia dorica, tutte coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo, ha consentito il rintraccio e la cattura del ricercato.

Nelle prime ore della mattina del 28 novembre, sotto la scaletta dell’aereo atterrato in provincia di Bergamo, ad attenderlo c’erano i poliziotti della Questura di Ancona, che espletate le formalità di rito, hanno condotto l’arrestato presso il carcere di Bergamo, dove dovrà scontare la pena definitiva di 7 anni di carcere.






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2022 alle 10:00 sul giornale del 02 dicembre 2022 - 614 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo, Monica Garulli, arresto ancona, latitante ancona, catturandi ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dFY6





logoEV
logoEV
qrcode