counter

Fano: Il Natale che non ti aspetti, a Fano l'inaugurazione della rassegna provinciale: tutti gli appuntamenti per le festività. Attesi 210 pullman di turisti

8' di lettura 27/11/2022 - E’ arrivata la magia del Natale con l’apertura ufficiale delle iniziative de Il Natale che non ti aspetti a cura delle Pro Loco di Pesaro e Urbino, con il sostegno della Regione Marche e della provincia di Pesaro e Urbino. A tagliare il nastro inaugurale, al Pincio di Fano, il presidente dell’Unpli Pu Damiano Bartocetti con Giacomo Grandicelli della Pro Loco di Fano, dei tanti volontari delle Pro Loco del Territorio, di Marco Silla, presidente di Unpli Marche, alla presenza del deputato Antonio Baldelli, dell’assessore regionale Stefano Aguzzi, del vice prefetto Antonio Angeloni, il vice presidente del Consiglio regionale Andrea Biancani, il sindaco di Fano, Massimo Seri, l’assessore Etienn Lucarelli e numerose autorità civili e militari.

“Siamo qui oggi in un luogo meraviglioso a celebrare venti anni de Il Natale che non ti aspetti - ha esordito il presidente dell’Unpli provinciale Damiano Bartocetti - Un compleanno storico per una grande edizione che ha ottenuto un riconoscimento prestigioso dal Ministro del Turismo, On. Daniela Santanchè, che ha sottolineato come questo evento rappresenti un esempio virtuoso italiano. Abbiamo già numeri da capogiro come i 210 pullman prenotati da tutta Italia. Sono numeri importanti per il turismo e per l’economia del territorio. Vorrei ringraziare tutti i volontari che ci seguono da sempre e le loro famiglie. Ci tengo a ringraziare il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, tutta la sua giunta, il consiglio regionale e in particolar modo l’on. Antonio Baldelli che ci sostiene tantissimo e ci ha permesso di presentare l’evento alla Camera dei Deputati con l’intervento del Ministro. Per noi volontari è un grande motivo di soddisfazione e di orgoglio. Per noi delle Pro Loco l’orgoglio significa senso di appartenenza. L’appartenenza è un sentimento, è il senso di inclusione e la percezione del valore che assumono i nostri volontari per i territori. Il nostro grande orgoglio è quello di promuovere i nostri borghi, luoghi unici di eccellenza, di accogliere coloro che arrivano a farci visita, per conoscere le nostre realtà, uniche e meravigliose, e condurli in un viaggio che può trasformarsi in un’esprienza unica e straordinaria. Infine, il progetto del Natale, con oltre 260 mila presenze, ha stretto un accodo con Bolzano che stiamo raffrozando e che ha ricevuto il plauso dal Ministro”.

“Voglio ringraziare il Ministro del Turismo, On. Daniela Santanchè per aver dato tanto lustro a livello nazionale a questo evento, che ha avuto una eco molto importante sulla stampa nazionale - ha dichiarato il deputato Antonio Baldelli. Sono contento di avere potuto dare questo contributo alla manifestazione, organizzata da tanti volontari, che ringrazio perché illuminano e colorano i nostri borghi, a volte anche meno frequentati e meno conosciuti e che quindi offrono l’opportunità di farli conoscere a tanti turisti e visitatori”.

“Il Natale che non ti aspetti ha molti meriti - ha sottolineato l’assessore regionale Stefano Aguzzi - quello di valorizzare storia e cutura dei borghi a cura della rete delle Pro Loco che portano avanti insieme e in modo intelligente le tante iniziative nel territorio. E’ un evento inoltre che anima questi borghi in un periodo di bassa stagione. La Regione Marche anche quest’anno è attenta e sosterrà l’iniziativa”.

Sono intervenuti il Sindaco di Fano, Massimo Seri che ha evidenziato il valore aggiunto de Il Natale che non ti aspetti e quanto le Pro Loco siano la testimonianza del valore del volontariato e l’assessore Etienn Lucarelli che ha ringraziato per la scelta di inaugurare a Fano.

Da oggi (26 novembre) al 6 gennaio 2023 un turbinio scintillante di eventi accompagnerà i visitatori nella dimensione più autentica del Natale con mercatini, presepi viventi, officine di babbi natale, luminarie, migliaia di candele, luci colorate e tutta la solenne tradizione del territorio.

Profumi e sensazioni natalizie si snodano sotto la scia della cometa de Il Natale che non ti aspetti nelle città e nei borghi più belli: Candelara, Fano, Fossombrone, Frontone, Mombaroccio, Mondolfo, Pergola, Urbania, Urbino, Barchi, Cagli e Paravento, Canavaccio, Fermignano, Gradara, Isola Del Piano, Montecchio di Vallefoglia, Montefelcino, Montemaggiore al Metauro, San Costanzo, San Lorenzo in Campo e Sant’Ippolito.

Il viaggio nel Natale delle Marche prosegue questa domenica con ‘Candele a Candelara’, l’unica festa italiana dedicata alle fiammelle di cera per poi tornare nei giorni 3-4-8-9-10-11 dicembre. Con ‘Il Natale Più’ che propagherà il suo caldo spirito natalizio in tutto il Centro Storico e al Pincio di Fano. E ancora ‘È Natale a Mombaroccio’ con tante iniziative e lo spettacolo unico della nevicata artificiale che replica anche il 3-4-8-10-11 dicembre.

Dalla prossima domenica (4 dicembre) debuttano le altre star del Natale: il ‘Magico Natale’ a Fossombrone, ‘Nel castello di Babbo Natale’ a Frontone, itinerario di Natale, tra sapori, delizie e idee regalo, nelle calde stanze del Castello. ‘Il Natale più bello nel borgo più bello’ animerà Mondolfo con la mitica corsa dei biroccini, mezzi nati dalla fantasia dei costruttori che si sfideranno in una gara goliardica. Non mancheranno: presepi, mercatini, spettacoli e visite guidate. A Urbino ‘Le Vie dei Presepi’ con il clou per il Ponte dell’Immacolata, l’8 dicembre, quando apriranno la famosissima Cioccovisciola, la festa della cioccolata e del visciolato di Pergola, che ospita ‘Tepore in abetaia’, l’iniziativa dedicata al Natale che quest’anno si arricchisce di abeti e di altre decorazioni in lana riciclata donata da tutti i pergolesi
Innumerevoli gli appuntamenti che scaldano il cuore e l’atmosfera dei borghi più belli d’Italia in questa nuova edizione de Il Natale che non ti aspetti. Un folto programma che attira e coinvolge turisti da tutta Italia per un tuffo nella magia natalizia della provincia di Pesaro e Urbino.

TUTTI GLI APPUNTAMENTI
Il 3 il 17 dicembre l’appuntamento si moltiplica a Barchi con la suggestiva passeggiata notturna verso il lago Delle Rose per l’accensione dell’Albero di Natale e il successivo arrivo di Babbo Natale con la slitta. Mercatini, musica e stand gastronomici saranno protagonisti del ‘Natale a Cagli’ (8-10-11 dicembre), del ‘Natale a Montecchio’ (10-11-24 dicembre) e di tutti i fine settimana fino all’Epifania nel castello simbolo del borgo di Gradara.

Data unica per il borgo storico di Paravento di Cagli che il 30 dicembre diventerà un teatro a cielo aperto per raccontare le scene della Natività con ‘Le Terre del Catria vivono il presepe’, e anche per Isola del Piano che il 18 dicembre si trasformerà in un vero e proprio villaggio di Natale con laboratori, truccabimbi, spettacoli e canti. Tema portante di ‘Isola: I presepi in un presepio’, come dice il nome stesso, saranno i presepi realizzati con varie tecniche e molta originialità.

Vicini di casa, Fermignano e Canavaccio stendono luci colorate e lanterne luminose in tutte le loro vie. L’8 e il 10 dicembre, l’accensione dell’albero e del presepe artigianale, la casetta di Babbo Natale, concerti e stand gastronomici tipici animeranno il ‘Natale a Canavaccio’. Il 3, dall’8 all’11, 17-18 e il 24 dicembre l’appuntamento è con ‘Natale da vivere a Fermignano’ per divertirsi insieme a laboratori, mercatini, spettacoli e stand gastronomici.

Montefabbri, borgo tra i più belli d’Italia, si trasformerà in un grande borgo dei sogni con ‘Borgo degli Alberi’, migliaia di alberi realizzati a mano con diverse tecniche da artisti locali. Prenderà vita un’installazione corale e luminosa da lasciare senza fiato. (17 e 18 dicembre)

‘Il Natale che fa bene’ a Montefelcino sarà interamente benefico. Concerti, rassegna di cori musicali, tombole e tante altre iniziative che fanno bene al cuore e uniscono in una calda atmosfera natalizia. (7-8-16-24 dicembre e 5 gennaio).

Montemaggiore al Metauro, l’11 dicembre si trasforma nel borgo più amato dai bambini con ‘Villaggio di Natale’: truccabimbi, laboratori, maxi caccia al tesoro, cori, spettacoli, e babydance e l’attesissimo incontro con Babbo Natale per la consegna delle letterine colme di desideri.
Accensione di alberi e luminarie a San Costanzo, Cerasa, Stacciola e Solfanuccio e ancora a caccia di elfi, mercatini e l’innovativo contest dei presepi viventi ‘Come vedo la natività…il presepe che non ti aspetti’, insieme a tanto altro ancora è ciò che vi scalderà il cuore durante ‘Natale a San Costanzo: un paese in festa’.
(8-9-11-18-19-21-24-26-29).

Musica, presepi e mercatini saranno invece i veri protagonisti di un Natale tutto in armonia a San Lorenzo in Campo con ‘Note di Natale’ l’8 il 10 e l’11 dicembre.
Ultimo appuntamento, in chiusura del lungo viaggio nella provincia di Pesaro e Urbino: ‘Natale InCanto’ un concerto Gospel nella chiesa parrocchiale del Comune di Sant’Ippolito allieterà il saluto al prossimo anno.

L’epifania tutte le feste porta via, ma l’attesa per la ‘Festa Nazionale della Befana’ si fa sentire sin dall’inizio delle festività. Il 4, il 5 e il 6 gennaio il centro di Urbania si fa gremito di tutti i fan della ‘nonnina’ più longeva della nostra tradizione.

Il Natale che non ti aspetti è un’iniziativa a cura delle Pro Loco di Pesaro e Urbino, che si attivano con più di 2 mila volontari, ed è possibile anche grazie al sostegno della Regione Marche e della Provincia di Pesaro e Urbino.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2022 alle 11:57 sul giornale del 28 novembre 2022 - 630 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, urbino, natale, pesaro, il natale che non ti aspetti, unpli pesaro urbino, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dFfu





logoEV
logoEV
qrcode