counter

Fermo: Falerone: tassare la differenza tra il prezzo vero del gas e quello da quotazione in borsa. Ecco la ricetta del Sindaco Altini per il caro energia.

3' di lettura 04/10/2022 - il Sindaco è piuttosto arrabbiato con i politici che “ parlano parlano e non vedono o non vogliono vedere una soluzione subito alla portata e di facile applicazione".

Falerone- Di sicuro il nuovo governo deve metterci mano subito o i Comuni non riusciranno a fronteggiare a lungo il caro bollette energetiche con tutto ciò che si trascina dietro in termini di rincari costi anche di tutti gli altri servizi pubblici a domanda. Ne è ben consapevole il Sindaco Altini di Falerone che è piuttosto arrabbiato con i politici che “ parlano parlano e non vedono o non vogliono vedere una soluzione subito alla portata” e che per lui sarebbe di facile applicazione. Ma andiamo per gradi.

“ Il nostro comune è messo male- attacca- ad esempio la nuova Scuola di Piane di Falerone va tutta ad energia elettrica pubblica e non per nostra trascuratezza. Anzi . Abbiamo predisposto il fotovoltaico da oltre un anno, ma tanto ci è voluto per arrivare alla fine di un processo pieno di assurda burocrazia e tempi lunghi di Enel e GSE. Ormai però dovremmo esserci e questo ci consentirà un risparmio sulle bollette che intanto da circa 120.000 euro sono passati a circa 160/170 mila. Sempre rimanendo nel solo mondo scolastico pensiamo anche all’aumento dei trasporti pubblici, del servizio mensa. Al momento li stiamo fronteggiando senza farli ricadere sule famiglie, ci barcameniamo, ma per quanto tempo ce la faremo? Non credo che potremo andare oltre dicembre di quest’anno”.

“ Intanto come Comune abbiamo il Progetto per diventare Comunità Energetica, cioè per dotarci di infrastrutture per produrre in proprio energia da fonti rinnovabili. Questo consentirà di mettere impianti sugli edifici comunali ( scuole, palestre, cimitero, ex Gal), esclusi quelli del centro storico per motivi di Soprintendenza. Chi è interessato a partecipare, aziende, commercianti, privati, potrà fare domanda entro il 31 ottobre. Sapremo se rientreremo tra quelli finanziati dal Bando( 68.000.000 totali ) entro dicembre, poi si proseguirà con la gara per l’affidamento dei lavori, insomma potrebbe volerci un altro anno”.

Eppure una soluzione immediata e semplice secondo Altini , che ha un trascorso lavorativo nel mondo Bancario, ci sarebbe. “Sento sempre i politici parlare di tassare i superprofitti, ma non è così che si fa, perché questo ingenererebbe opposizioni legali degli interessati. Basta mettere una tassa aumentando l’Iva, a chi applica il prezzo della borsa di Amsterdam. Cioè sulla differenza tra il costo vero e quello quotato, frutto di una spregiudicata e immorale speculazione finanziaria. Vengo dal settore del credito e so che il rapporto tra economia reale e finanziaria è di uno a dieci. Le multinazionali guadagnano solo facendo queste operazioni. Ma non sento nessuno parlare di questo, i politici o sono miopi, oppure collusi e ai cittadini non fanno capire nulla.”

“Per il resto- conclude il Sindaco di Falerone- useremo responsabilità e buon senso per risparmiare sui consumi energetici come è giusto che sia , consapevoli che la pacchia è finita e sprechi non sono più possibili. Ma non arriveremo a spegnere le luci in strada, fin quando la disposizione dovesse arrivare dallo Stato, perché in caso di incidenti stradali noi saremmo chiamati a rispondere”






Questo è un articolo pubblicato il 04-10-2022 alle 11:41 sul giornale del 05 ottobre 2022 - 98 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, marina vita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dttj





logoEV
logoEV