counter

Fano: Pesce conservato male, a Fano scatta il sequestro: 41 le ispezioni nelle Marche, 7 le sanzioni

1' di lettura 04/10/2022 - Vendevano prodotto ittico in cattivo stato di conservazione, e dunque potenzialmente dannoso per la salute umana. Da qui il sequestro eseguito dalla guardia costiera ai danni di un’attività commerciale di Fano.

L’intervento fa parte di un’ampia attività di controllo da parte del comando regionale della guardia costiera a tutela del consumatore. Le verifiche hanno riguardato il rispetto delle disposizioni in materia di tracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici in commercio, nonché della salvaguardia degli stock ittici.

Su tutto il territorio regionale sono state effettuate ben 41 ispezioni su pescherecci – in mare e durante lo sbarco –, così come in pescherie, ristoranti, venditori ambulanti, GDO e piattaforme logistiche. I controlli hanno comportato l’elevazione di 7 sanzioni amministrative per un valore di circa 12.500 euro, oltre a 4 sequestri di prodotto ittico di diversa tipologia e specie per un totale di oltre 51 chili. Si tratta di violazioni che, oltre a danneggiare il consumatore e la risorsa ittica, possono ledere irrimediabilmente anche l’ecosistema marino.

La guardia costiera raccomanda sempre di prestare la massima attenzione al momento dell’acquisto, con un occhio di riguardo per quanto riportato sulle etichettature.








Questo è un articolo pubblicato il 05-10-2022 alle 16:06 sul giornale del 05 ottobre 2022 - 292 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, guardia di finanza, articolo, Simone Celli, pesce sequestrato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dtHW





logoEV