counter

Cordoglio del consiglio regionale per le vittime dell’alluvione

consiglio regionale marche 2' di lettura 29/09/2022 - Un minuto di silenzio in Aula e il gonfalone della Regione Marche listato a lutto. Intervento del Presidente Dino Latini che si è anche soffermato sulle prospettive per il futuro e non ha mancato di ringraziare quanti hanno portato aiuto ed assistenza “Portiamo l’affettuoso abbraccio e la solidarietà dell’intera comunità marchigiana alle popolazioni così duramente colpite dall’alluvione.

Ed è anche mio desiderio e dovere ringraziare ed elogiare intensamente quanti si sono prodigati in questi giorni con personale sacrificio, senso di solidarietà e abnegazione”.

Lo ha detto il Presidente Dino Latini nel corso della seduta del Consiglio regionale, la prima dopo la tragedia che ha colpito le Marche lo scorso 15 settembre. Alla richiesta del minuto di silenzio ha fatto da sfondo il gonfalone ufficiale della Regione Marche listato a lutto.

Ricordando anche i numerosi messaggi pervenuti dai Consigli regionali di altre regioni, il Presidente ha poi evidenziato che “quando un territorio è martoriato da una simile catastrofe, la solidarietà non è un atteggiamento esteriore, ma la condizione stessa dell’essere comunità”.

Ma non solo cordoglio nell’intervento di Latini. “Una volta esaurita il più rapidamente possibile la fase dell’emergenza, le istituzioni – ha aggiunto – devono farsi carico di iniziative per la salvaguardia degli assetti idrogeologici. È necessario un impegno condiviso ai vari livelli per svilupparli e attuarli concretamente. Ripristinare la buona salute di un territorio richiede laboriosità e tenacia, qualità che non mancano di certo nella nostra regione. Non tutte le sciagure possono essere evitate, ovviamente. Ma il territorio va rispettato e salvaguardato”.

E riferendosi alle popolazioni colpite dall’alluvione, il Presidente ha parlato di interventi per un ritorno alla normalità “che non significa soltanto avere un tetto sotto cui dormire o sopravvivere, ma vuol dire tornare a progettare il futuro, a dare senso compiuto e gratificante alla propria vita”.

Tutto questo “sostenendo il senso di appartenenza alla comunità, alla nostra comunità messa a dura prova negli ultimi anni, che però ha dimostrato coesione e resilienza, forti legami tra le persone e tra queste e il proprio territorio”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-09-2022 alle 12:50 sul giornale del 30 settembre 2022 - 24 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio regionale delle marche, consiglio regionale, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dsFJ





logoEV