counter

Senigallia: Renzi: "Nel 2014 ho stanziato 45 milioni di euro per mettere in sicurezza il Misa. Dove sono finiti quei soldi?"

1' di lettura 17/09/2022 - "I disastri di questi giorni sono anche colpa dei ritardi della burocrazia”. Così Matteo Renzi, leader di Italia Viva, accende i riflettori sui fondi "scomparsi" per mettere in sicurezza il Misa.

Bisogna tornare al 2014. Il giorno dopo l'alluvione del 3 maggio Matteo Renzi, allora presidente del Consiglio, venne a Senigallia per vedere di persona la situazione.

Oltre agli aiuti agli alluvionati il Governo guidato da Renzi stanziò dei fondi, 45 milioni di euro, per mettere in sicurezza il fiume Misa.

Oggi Renzi ricorda come il suo governo aveva inserito in finanziaria 8 miliardi di euro per l’unità di missione CasaItalia-Italia Sicura la quale aveva finanziato i lavori per le vasche di espansione del Misa per 45 milioni di euro.
"Quei milioni sono ancora lì, fermi per la burocrazia e l'unità di Missione è stata chiusa dai Governi Conte" conclude Renzi.

(Nell'ultima foto la Visita di Renzi a Senigallia del 4 maggio 2014)








Questo è un articolo pubblicato il 17-09-2022 alle 18:30 sul giornale del 19 settembre 2022 - 3178 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, alluvione, matteo renzi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dqp8





logoEV
logoEV
qrcode