counter

Pesaro: Nuovo hub vaccinale in via Toscana, Biancani: "La burocrazia non ostacoli l'apertura del punto vaccini"

Hub Vaccinale in via Toscana 2' di lettura 07/09/2022 - «E' ormai urgente per la città di Pesaro individuare un nuovo punto vaccini e la soluzione di allestirlo nell'auditorium di Marche Multiservizi in via Toscana risponde, come sostengo da tempo, ai requisiti necessari per questo tipo di servizio. Il sito, offerto da Multiservizi - che ringrazio per la disponibilità - è adeguato per volume, accesso alla rete internet, collegamento stradale e area sosta.

Purtroppo ragioni di tipo burocratico, legate alla destinazione urbanistica, ne stanno ritardando l'attivazione. Mi auguro che l'accordo sulla formula "uso temporaneo" e "interesse pubblico" possa sbloccare l'iter e mi fa piacere che sia da parte del Comune che di Asur ci sia la volontà di superare questo impasse.

Se fosse rigidamente necessario disporre di locali con una destinazione d'uso compatibile esclusivamente con i servizi socio-sanitari per aprire un centro vaccini, sarebbe quasi impossibile individuare edifici adatti.

Per un servizio del genere, a prescindere dalla destinazione d'uso originale, è fondamentale disporre di spazi adeguati dal punto di vista delle dimensioni, del ricambio d'aria, del parcheggio, della viabilità, della sicurezza.

Basti pensare che oggi gli hub vaccinali attivi nelle Aree Vaste delle Marche, riportati nel sito dell'Asur, si trovano in centri ortofrutticoli, magazzini, centri sportivi, addirittura in una bocciofila e in un ex hotel. Non sono certo spazi compatibili "sulla carta" con la destinazione d'uso socio-sanitaria, ma sono funzionali all'accoglienza dei cittadini per eseguire le vaccinazioni.

Dopo aver vissuto la lezione del Covid, spero che prevalga il tema della salute pubblica e il buon senso. Non è possibile che, una eccessiva rigidità sulla destinazione urbanistica. escluda dei locali adeguati e accessibili.

L'attivazione del centro a Pesaro non può essere ulteriormente posticipata. È importante anche perché viene utilizzato dai cittadini di un'area a cui fanno riferimento circa 150 mila persone.

In particolare i residenti di Vallefoglia, Tavullia, Montelabbate, Montecalvo in Foglia, Gabicce e Gradara. Stiamo comunque parlando di una collocazione provvisoria e soprattutto relativa a un tema di interesse e di salute pubblica».


da Andrea Biancani
Consigliere Regionale 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2022 alle 17:15 sul giornale del 08 settembre 2022 - 256 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pesaro, vaccini, andrea biancani, consigliere regionale, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/donF





logoEV
logoEV
qrcode