counter
SEI IN > VIVERE MARCHE > CRONACA
articolo

Macerata: Treia, sequestrati 4000 giocattoli insicuri per la salute dei bambini

1' di lettura
185

Operazione della Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Macerata. L’attenzione dei militari si è focalizzata sulla merce in vendita presso un esercizio commerciale di Treia, dove sono stati individuati oltre 4.000 giocattoli con apposto il marchio “CE” non veritiero.

Le Fiamme Gialle hanno infatti appurato che su tali prodotti - di fabbricazione cinese e destinati all’esportazione - per aggirare la rigorosa normativa europea in materia di sicurezza, a tutela dei consumatori (e, in particolare, dei bambini), era stato apposto soltanto il simbolo “C E”, che sta per “China Export”, senza sottoporli ad alcuna prova di conformità agli standard UE. Alla luce di quanto emerso dal controllo ed in considerazione del fatto che il commerciante non è stato in grado di esibire la documentazione attestante l’idoneità dei giocattoli venduti, gli stessi sono stati sottoposti a sequestro amministrativo per violazione dell’art. 6 del D. Lgs. 11 aprile 2011, n. 54, “attuazione della direttiva 2009/48/CE sulla sicurezza dei giocattoli”, mentre il titolare dell’esercizio commerciale è stato segnalato alla Camera di Commercio per i provvedimenti di competenza sotto il profilo amministrativo. Saranno, inoltre, esperiti i conseguenti accertamenti per verificare eventuali profili di irregolarità dal punto di vista fiscale.

L’operazione di servizio si inserisce in un più ampio dispositivo di controllo a tutela dell’economia legale: contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo, dove gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza.



Questo è un articolo pubblicato il 01-09-2022 alle 14:14 sul giornale del 02 settembre 2022 - 185 letture






qrcode